logo-Save-the-ChildrenEssere mamme è la più bella avventura che possa capitare ad una donna eppure, nel 2013, esistono ancora Paesi in cui questa esperienza può essere fatale o rappresentare un problema per la madre o per il neonato.

Una inchiesta di Save The Children sullo “stato delle madri nel mondo” ha evidenziato come, in diversi Paesi, la condizione delle mamme e dei bambini sia particolarmente allarmante. Questa inchiesta è stata svolta tenendo come punti di riferimento cinque argomenti di primaria importanza: la salute materna, il rischio durante il parto, il tasso di mortalità infantile, il grado di istruzione e la partecipazione femminile alla vita politica.  I risultati sono allarmanti e, per la prima volta, nascondono una triste sorpresa: sono circa 11000 i bambini negli Stati Uniti d’America che ogni anno muoiono nel loro primo giorno di vita.

Per quanto riguarda una stima mondiale, si contano circa 1 milione di bambini che muoiono in tutto il mondo nel primo giorno di vita e, in particolare, ciò accade nei Paesi in cui l’istruzione non è sviluppata, soprattutto per le donne. Un esempio lampante sono la Somalia, il Congo e l’India, in cui una donna su trenta non sopravvive al parto. Le differenze tra nord e sud dei Paesi, inoltre, sono ancora pesanti e il sud è quello che a maggior fatica riesce ad uscire fuori da una crisi che non è solo politica o economica ma anche civile.

Grazie all’aiuto di numerose fondazioni a scopo benefico e associazioni come Save the Children, ogni anno si riesce a dare un aiuto concreto alle mamme che sono in difficoltà prima, dopo e durante il parto ma, purtroppo, tutto questo non riesce ancora ad evitare che certi fenomeni accadano. A dispetto di quanto comunemente si possa pensare, gli Usa sono tra i Paesi incriminati a causa di un sistema sanitario che non aiuta i meno abbienti e rappresentano il Paese industrializzato con il più alto numero di mortalità infantile. Buone notizie, invece, per quanto riguarda l’Italia: il nostro Paese, soprattutto grazie ad un sistema sanitario aperto a tutti, riesce ad arginare il problema delle infezioni, delle patologie e della mortalità infantile garantendo aiuto e sostegno a tutte le mamme.

Essere madri, oggi, sebbene possa sembrare più semplice rispetto a secoli fa, è comunque un impegno, un rischio e una responsabilità di cui le donne si fanno carico dimostrando la loro forza e la loro determinazione.