Finalmente è arrivata l’estate e, con il mare e il sole, si avvicinano anche le vacanze per mamme e bambini. Andare in spiaggia, però, seppur bello e divertente per i bimbi, deve essere un’esperienza da affrontare con cautela soprattutto per i neonati e per tutti coloro che hanno meno di tre anni di età ed è per questo che esistono dei piccoli accorgimenti da avere durante le vacanze.

Una mamma, si sa, è sempre presa da mille preoccupazioni che riguardano la salute del proprio bimbo e la sua felicità. Anche quando si è in vacanza, però, essere una buona mamma vuol dire adoperarsi affinchè il proprio bimbo non risenta del caldo eccessivo ed è per questo che bisogna preferire le prime ore del mattino per andare in spiaggia oppure le ore pomeridiane dalle 16 in poi. I raggi del sole, infatti, sulla pelle del bambino agiscono più velocemente rispetto a quella di un adulto e una crema protettiva non basta a risolvere il problema. Oltre ad una protezione totale, va sempre applicata sulla pelle, dopo la doccia serale, una crema idratante lenitiva delicata.

La testa dei bimbi va sempre coperta con fasce, cappellini e bandane che, in caso di caldo eccessivo, possono anche essere bagnate per un po’ di sollievo. I bimbi hanno un rapporto assolutamente personale con l’acqua. C’è chi, fin dalle prime esposizioni, è sicuro di sé e piacevolmente colpito dall’acqua e chi, invece, vede il mare come un pericolo da sconfiggere. In ogni caso l’aiuto della mamma è fondamentale per far capire al bimbo che il mare non è un mostro pericoloso, che è divertente giocare in acqua e nuotare ma che, ugualmente, bisogna sempre prestare attenzione a dove si poggiano i piedini e a non allontanarsi troppo.

Un capitolo a parte meritano le norme di comportamento da tenere in spiaggia. Fin dalla più tenera età i bimbi devono imparare che la spiaggia è un luogo pubblico affollato in cui non bisogna infastidire il prossimo e in cui bisogna cercare di non esagerare con comportamenti lesivi verso gli altri. No, dunque, ai giochi con la palla sul bagnasciuga dove non è permesso e niente schizzi in acqua verso le altre persone. Giustificare un comportamento con la scusa del bimbo piccolo che non capisce le regole indurrà vostro figlio a perseverare nello sbaglio senza capire che determinati atteggiamenti non sono corretti.

Ultimo avvertimento riguarda l’alimentazione: frutta e verdura devono essere mangiate tutti i giorni per cercare di idratare il corpo e il bagno dopo pranzo non va mai fatto, neppure quando si mangia qualcosa di leggero. Meglio tornare a casa per il riposino quotidiano e andare al mare solo a pomeriggio inoltrato.