disostruzione-pediatrica-immagine-300x215E’ uno dei timori più comuni e più temuti quando si parla di bambini: il soffocamento da cibo o da corpo estraneo. Un piccolo pezzetto di gioco, un pezzo di pane, qualsiasi cosa può andare di traverso e ostruire la trachea.

Nella maggior parte dei casi il bambino si disistruisce da solo tossendo ma non è sempre così e, nel peggiore dei casi (purtroppo non rari) quel pezzetto di cibo, quella piccola parte di gioco, in un attimo può toglierci quanto di più prezioso abbiamo al mondo: nostro figlio.

I casi di soffocamento sono tanti: solo in Italia muore circa un bambino a settimana per soffocamento dovuto da cibo o corpo estraneo, perchè chi gli era intorno non sapeva come comportarsi o, peggio, ha affrontato in maniera sbagliata l’incidente.

Eppure è così semplice evitarlo…basta conoscere poche semplici manovre capaci di fare fuoriuscire il corpo estraneo. Poche, semplici manovre che salvano una vita, poche semplici manovre che salvano un bambino, poche semplici manovre che evitano la tragedia.

In primis è doveroso precisare che prevenire è meglio che curare quindi la prima raccomandazione riguarda l’attenzione che si deve porre a certi comportamenti, gli accorgimenti che bisogna adottare per evitare che il bambino si porti alla bocca oggetti o cibi non adatti. Le insidie principali sono nelle nostre case, quindi noi possiamo controllarle.

crocerossa-disostruzione-1Basta avere l’accortezza di fare attenzione a non lasciare parti piccole che i bambini potrebbero portarsi alla bocca, tagliare i cibi in parti piccole soprattutto wurstel, prosciutto, pomodorini, chicchi d’uva, mozzarelle. Fare attenzione a caramelle, noccioline (non lasciandole in giro ed essendo presenti quando il bambino le mangia). Detto questo passiamo alla fase manovre.

Nel caso in cui a casa, a scuola al ristorante assistiamo ad un episodio di soffocamento è bene non farsi prendere dal panico ed intervenire immediatamente, in contemporanea è opportuno fare intervenire i soccorsi (il 118). Ma questo in contemporanea, perchè attenderli è fatale in questi casi.

Come si riconosce una persona che sta per soffocare? il colore del volto cambia diventa cianotico, gli occhi sono spalancati, le mani sono al collo.
Ecco i principali sintomi. Ma ovviamente è sufficiente vedere che il proprio bambino fa fatica a respirare per intervenire subito. Le manovre cambiano a seconda se si tratti di un lattante, bambino o adulto.

Ma ricordarle è semplicissimo perchè nei primi due casi la posizione da mantenere è la stessa e, nel secondo e terzo caso, a questa si associa una manovra

Nel caso del lattante occorre fare riferimento a questo video

nel caso del bambino ecco le manovre da seguire

Ecco la bella puntata di Superquark sulle manovre di disostruzione, come si può vedere a manovra di Heilmlich e i cinque colpi laterali interscapolari sono i salvavita anche degli adulti.

questi i link di riferimento
http://cri.it/manovredisostruzionepediatriche
http://www.manovredisostruzionepediatriche.com/

Un grazie sentito al Dottor Marco Squicciarini, il “medico sognatore” come ama definirsi. Una persona che con un’infinita umiltà ha dato via ad un progetto grande, immenso, che non smette di crescere, un progetto atto a salvare le vite dei nostri figli, e fin’ora sono tantissime quelle che ha salvato grazie alla diffusione delle manovre di disostruzione. Non finiremo mai di ringraziarla.