abito-sposa-hippie-chicCi sono tradizioni che non muoiono mai e altre che si reinventano di volta in volta creando sempre tendenze innovative. È il caso degli abiti da sposa che, sebbene qualcuno abbia provato a render rosso, blu, verde e super corto, resta sempre un classico con tanto di velo e di bouquet. La base, dunque, resta sempre la stessa ma quello che cambia è il concetto stesso di abito da sposa che, per rimodernarsi, prende volentieri spunto dal passato.

Per la stagione autunno/inverno 2013-2014 è lo stile hippie chic a prender il sopravvento sugli altri, con abiti romantici ma mai eccessivi e tessuti leggeri come petali di fiori. Con un richiamo importante agli anni ’70, l’hippie chic è perfetto per tutte le spose che amano la natura, gli animali e una vita “libera”, fuori dagli schemi ma mai troppo eccessiva. Gli abiti sono impreziositi da fiori ricamati o con dettagli luminosi e la gonna è sempre lunga e morbida, senza essere troppo “fasciante” così da poter dare armonia a tutta la figura. La sposa hippie chic è una ballerina mancata, è leggera come una delicata farfalla ed è sempre sorridente poiché contornata dalle cose belle della natura. Il velo, che di solito tende a coprire, qui non c’è e al suo posto troviamo una deliziosa coroncina di fiori bianchi e rosa posta sul capo della sposa. L’acconciatura è semplice, così come il trucco che deve far esaltare la bellezza naturale senza risultare finto e costruito ad hoc.

Gli accessori hippie chic sono pochi e ben strutturati. Nessun gioiello, perché è considerato superfluo e le scarpe devono sempre avere un tacco da 4-5 cm, a metà strada tra le classiche decollété a spillo e le scarpe con plateau. A chi è indicato un abito hippie chic? Sicuramente ad una donna romantica, che ama il passato e che prova una nostalgia per i tempi lontani in cui non c’era spazio per la tecnologia e per tutte le innovazioni che riguardano anche il campo estetico. La sposa hippie chic è bella al naturale, perché è proprio a quella natura che lei vuole assolutamente ricongiungersi. A differenza delle altre spose, poi, la si riconosce subito: sorridente, con i capelli lunghi e mossi e un abito che non cambia la sua personalità ma che ingentilisce i tratti e la rende, per un giorno, una splendida ninfa.