freelancePensiamoci un attimo: nessun orario di lavoro da seguire, nessun capo, nessun ufficio. Essere freelance sembrerebbe una bella fortuna se questi pregi fossero del tutto reali. Peccato che, come ogni professione, il freelance, che sia esso grafico, copywriter, fotografo e artista non ha di certo solo fortune. Il lavoro deve essere monitorato costantemente e si finisce per lavorare a volte anche molte più ore di quanto fa un impiegato qualsiasi. La qualità del lavoro deve essere sempre altissima perché, in caso contrario, un cliente si rivolge altrove e alla fine del mese nessun pagamento entra nelle tasche del libero professionista. Non ci sono capi a cui tener conto ma c’è forse quello che può esser definito il capo supremo: il cliente. Il cliente ha sempre ragione, il cliente detta regole e orari, il cliente può avere mille richieste e vanno tutte rispettate. Insomma, essere freelance è sicuramente dura ed il campo del libero professionista è simile a quello del lavoro impiegatizio. Inoltre, molto spesso, si lavora per un’agenzia o per un giornale, una casa editrice e qualsiasi altro ente privato che ingaggia un freelance per dei lavori accurati, che non possono essere svolti dall’organico interno.

Vediamo ora qualche consiglio utile per tutti coloro che vogliono immergersi in questo mondo professionale che spaventa ed attrae contemporaneamente.

 Pubblicizzati!

La cosa migliore che puoi fare per te stesso, quando lavori in proprio, è pubblicizzare la tua attività con competenza e dedizione. Bisogna dedicare del tempo alla cura della propria immagine ed il web aiuta moltissimo nell’impresa. Il profilo Linkedin, Facebook, Twitter deve essere sempre aggiornato con lavori pubblicati e commentati, per far arrivare la tua arte davvero ovunque. Il top? Crea un tuo sito web/ blog in cui mostrare quello di cui sei capace. Le chance per il successo si moltiplicheranno

 Non sminuire il tuo lavoro!

Non accettare mai lavori sottopagati: la tua fama scenderà di molto e alla fine ci avrai solo perso. Spesso quando si è in un momento difficile si è portati ad accettare tutto quello che viene proposto ma bisogna ricordarsi delle proprie potenzialità ed essere capaci di dire no alle richieste insensate.

 Resta sempre aggiornato!

Oggi le basi non sono le uniche cose che fanno lavorare. La tecnica è importante, la preparazione pure, ma occorre essere sempre aggiornati per lavorare al meglio. Ritaglia un po’ di tempo per la tua formazione, segui corsi e prova a sfruttare il web come risorsa da cui attingere per creare la tua arte. Non c’è nulla di meglio di un freelance preparato, dal grande potenziale ma soprattutto al passo coi tempi.