peppa-pigI bambini sono l’essenza della vita per ogni mamma. Ci entusiasmano, ci regalano momenti indimenticabili e ci riempiono le giornate di un calore e di un affetto incommensurabile. Purtroppo, sebbene sembri spesso una grande ingiustizia, anche i bimbi soffrono ed è per questo che tante associazioni di volontariato cercano il modo migliore per riportare il sorriso a chi, sebbene troppo giovane, pare averlo momentaneamente perso. Da lunedì 4 novembre 2013, infatti, parte “l’Allegria Tour” a Napoli, con tappa in altre grandi città, grazie alla collaborazione con l’agenzia Kimbe, l’associazione Salvamamme e la Croce Rossa Italiana assieme all’ente  nazionale per eccellenza: la Rai.

Peppa Pig per un mondo tutto “in rosa”

Questo evento vuole portare allegria e divertimento in dieci ospedali pediatrici italiani con l’ausilio di un gruppo di animatori e il personaggio più amato dai bimbi: Peppa Pig. I bimbi potranno realizzare esclusivi disegni da consegnare personalmente a Peppa Pig, potranno parlare con lei, ascoltare le sue storie e fare tanti giochi di gruppo che allieteranno la giornata. L’idea nasce dalla volontà di dare un valido sostegno a tutte le mamme che trascorrono la giornata accanto ai loro piccoli, per poter coccolare assieme a loro e far nascere un dolce sorriso sul volto di chi più ne ha bisogno per andare avanti e credere in un futuro migliore. Da Napoli “l’Allegria Tour” partirà lunedì 4 novembre per poi raggiungere Roma il 5 novembre e Torino nei giorni seguenti. Anche Ray Yoyo sarà presente all’evento e i bimbi potranno partecipare ad uno speciale televisivo tutto dedicato ai più piccoli e alla simpaticissima Peppa Pig.

Il volontariato che fa bene al cuore

L’associazione Salvamamme si occupa da sempre del benessere dei bimbi e l’evento Allegria Tour è solo uno dei passi importanti fatti finora sul territorio nazionale come aiuto concreto e segnale di fiducia per le altre mamme ma anche per tutti i bimbi. Se l’eroe dei cartoni per eccellenza, Peppa Pig, arriva in esclusiva per loro vuol dire che tutti questi bimbi sono davvero speciali, così come ogni mamma e ogni papà che ogni giorno combattono per la causa migliore del mondo: vedere un bimbo sereno e felice. L’Allegria Tour dovrebbe essere non solo un “evento” ma un modo per sanitari e volontari di collaborare sempre, per il bene non solo del nostro presente ma anche del nostro futuro.