teenagersEssere mamme, oggi, non è sempre facile. Le generazioni moderne corrono veloci e spesso si rischia di perdere il bandolo della matassa. Se, ad esempio, si hanno dei figli adolescenti, oltre alle classiche preoccupazioni da “mamma”, si va incontro anche ad argomenti più seri come la possibilità di malattie sessualmente trasmissibili e un modo scorretto di approcciarsi alla vita sessuale.

Italia meno a rischio degli altri Paesi europei

Sebbene l’Italia sia oggi uno dei Paesi meno a rischio per le malattie che si trasmettono mediante i rapporti sessuali, è anche vero che troppo spesso si sentono casi in cui le precauzioni non vengono proprio prese in considerazione dai più piccoli. L’età in cui avviene il primo rapporto sessuale si è abbassata notevolmente ( l’età media in Italia è 15 anni) e la maturità per affrontare il sesso non è sicuramente quella giusta. Avere dei rapporti sessuali è qualcosa di intimo e di naturale tra due persone ma, anche con le precauzioni, bisogna sempre essere coscienti dei pericoli cui si va incontro.

Preservativo o pillola? Una scelta da valutare insieme

È compito di un genitore parlare al proprio figlio o alla propria figlia per poter spiegare come il sesso vada inteso come scelta matura da compiere in due e per poter dare dei consigli sui due metodi contraccettivi più sicuri: pillola anticoncezionale e profilattico. Se la pillola, tuttavia, in fase di sviluppo potrebbe anche provocare delle controindicazioni, il preservativo va utilizzato sempre per evitare non solo il più classico e famoso virus Hiv, ma anche la gonorrea, la clamidia, il papilloma virus e altri parassiti. Inoltre, tra gli adolescenti il sesso orale è quello più diffuso e con esso una serie di malattie virali che colpiscono proprio i più giovani.  Con circa 85mila nuovi casi di condilomi, ovvero delle verruche genitali, il 20% di essi riguarda le adolescenti che, se non effettuano un controllo ginecologico,  possono anche portare ad un tumore del collo dell’utero.

Dialogo tra madre e figlio: senza ansie, per combattere i pregiudizi

Per una madre e per un padre attenti, dunque, è opportuno parlare con chiarezza dell’argomento sesso fin dalla prima adolescenza con i propri figli e, anche se l’imbarazzo spesso blocca il discorso, bisogna trovare la forza per andare avanti e gestire la situazione con grande tranquillità, per un benessere non solo dei figli ma anche dei genitori.