calviziafemminile

Thanks to http://www.webmd.com/

Una perdita anomala e/o eccessiva dei propri capelli, sia nelle donne che negli uomini, è nota con il nome di Alopecia. Ne esistono diverse tipologie, ma tutte hanno in comune la perdita dei capelli e generalmente rappresenta un campanello d’allarme per avvertirci che qualcosa è andato storto nel nostro organismo. Infatti in condizioni normali i nostri capelli dovrebbero godere di ottima salute e seguire il proprio naturale ciclo di vita. Le cause di una calvizie quindi possono essere svariate, anche se nella maggior parte dei casi è dovuta ad uno squilibrio ormonale, una malattia o una qualsiasi altra condizione anomala, banale o complessa, che si verifica.

Fortunatamente però nelle donne il fenomeno delle calvizie è meno frequente rispetto agli uomini, anche se negli ultimi anni le percentuali sono in aumento e spesso è sintomo di un particolare evento, generalmente di breve durata, come ad esempio una gravidanza, un periodo di stress, una malattia metabolica (ghiandole surrenali, tiroide, ecc.) o l’assunzione di determinati farmaci. Una volta superato questo periodo quindi i capelli ricominceranno a ricrescere naturalmente seguendo il loro ciclo di vita naturale.

Cosi come negli uomini, anche nelle donne la causa può derivare dall’aver ereditato dal padre o dalla madre i geni che provocano la perdita dei capelli. Questi geni inoltre dipendono dagli ormoni chiamati androgeni (ormoni maschili presenti tipicamente in piccole quantità), proprio per questo motivo, come per gli uomini, nelle donne la perdità dei capelli viene riconosciuta come “alopecia androgenetica” e provoca un diradamento diffuso su tutte le aree del cuoio capelluto.

Ecco alcuni particolari tipi di calvizie/alopecia:

Telogen Effluvium
Una forma comune di perdita dei capelli è il telogen effluvium che si manifesta nelle donne a seguito (alcune settimane o pochi mesi) di un forte trauma subito, come ad esembio: uno stress estremo, una gravidanza, una grave infezione, ecc. Circa il 90% dei capelli che si trovano nella fase di crescita (anagen) o transitoria (catagen) potrebbero passare in poco tempo nella fase di riposo del capello (telogen).
Tuttavia la maggior parte delle donne che soffre di questa patologia, può uscirne completamente una volta passato il periodo di forte stress. Per alcune donne però la telogen effluvium può trasformarsi in una malattia cronica e prolungarsi per alcuni mesi o addirittura anni senza capire realmente quale sia la vera causa che scatena lo stress.

Anagen Effluvium
A differenza del Telogen Effluvium, più diffusa e di natura “benigna”, l’Anagen Effluvium si manifesta nella fase in cui il capello è in piena crescita e provoca un elevata caduta di capelli. Essa è causata da un problema al follicolo pilifero. Generalmente questa patologia viene associata ad una conseguenza della chemioterapia.

Alopecia Areata
le cause di questa patologia possono essere molteplici ed ancora non del tutto accertate nel campo medico. Si pensa che l’origine sia dovuta ad infezioni locali, alterazioni nervose o squilibri ormonali. Questa tipologia di alopecia si manifesta con una perdita di capelli solo in alcune aree del cuoio capelluto lasciandole prive di capelli. Fortunatamento circa il 70% delle persone affette da questa patologia, recuperano i loro capelli entro due anni, anche senza intraprendere un trattamento specifico.

Alopecia da trazione
questa forma di calvizie, prettamente femminile, è causata da un trauma al follicolo pilifero in maniera localizzata, provocata ad esempio da acconciature troppo strette che tirano i capelli nel corso del tempo, come ad esempio le trecce, la coda di cavallo, le extension, ecc. Se scoperto in tempo questo problema, i capelli riprenderanno a ricrescere tranquillamente. Per approfondire questo tipo di patologia ecco un articolo su perditacapelli.info

Quali sono i rimedi per la perdita dei capelli nelle donne?
Non sempre la perditta di capelli avviene in modo brusco ed improvviso nelle donne, come descritto sopra esistono alcune tipologie di calvizie lievi che provocano una leggera perdita di capelli. In questi casi è importante capirne la causa: una cattiva alimentazione, un assorbimento inadeguato di alcuni nutrienti di una dieta, ecc. In questi casi è possibile recuperare la situazione in pochi mesi compensando con una sana alimentazione ed integratori alimentari specifici. Su inerboristeria.com inoltre trovate un interessante articolo con maggiori informazioni su quali alimenti preferire per prevenire la caduta dei capelli.

Alcune donne però potrebbero riscontrare una notevole perdita di capelli per svariati motivi. In questo caso una possibile soluzione è quella di rivolgersi ad uno specialista per un operazione di autotrapianto dei capelli. Una tecnica utilizzata già da diversi anni e che ha ragiunto ormai un altissimo livello di affidabilità e successo. Tra le più rinomate cliniche che effettuano questo tipo di operazione segnaliamo la clinica del Dr. Serkan Aygin www.addiocalvizie.com, specializzata nel trapianto di capelli con tecnica FUE.

ALtre utili informazioni potete trovarle su http://www.medicinalive.com/calvizie-femminile/