Ha inaugurato ieri (23 gennaio 2015) a Parigi la ventesima edizione di Maison&Objet Paris: uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale per quanto riguarda arredamento, home decor e design.

Fino al 27 gennaio presso Paris Nord Villepinte addetti ai lavori ma non solo potranno scoprire le collezioni Primavera/Estate 2015 delle aziende internazionali partecipanti.

logo m-o

Vi accompagnerò alla scoperta delle novità più interessanti, delle future tendenze presenti in questa edizione della fiera.

I padiglioni, dalla hall 1 alla hall 8, sono rispettivamente dedicati a: ethnic chic (un concept globale d’arredamento d’ispirazione plurima), tessile (le più grandi marche di biancheria per la casa e d’accessori tessili), cook+design (L’arte di vivere riunita intorno alla tavola, la cucina e la gastronomia), côté déco (la nuova vetrina per un’offerta d’arredamento completa), Craft (pezzi unici e know-how
di creativi, artigiani e artisti), l
espace métiers dart (dove regna il savoir-faire), ACTUEL (Lifestyle nellarredo urbano), accessori per la casa, scènes dintérieur Paris (i brand più esclusivi dellhome decor), scènes dintérieur Gallery (lo spazio dedicato ai singoli designer), scènes dintérieur éditeurs (Haute-couture nel campo del tessile e dei rivestimenti), Projets (le più innovative soluzioni per l’architettura d’interni), now ! design à vivre (lanima del design).

La prima novità di questo 2015 è la nomina di Designer of the Yearconferita a Oki Sato, designer giapponese fondatore dello studio Nendo. Lo studio è stato riconosciuto dalla giuria come uno dei più interessanti e innovativi, per la sua raffinata sensibilità estetica e progettuale, riconosciuta e apprezzata ormai in tutto il mondo.

Oki Sato | Studio Nendo

Oki Sato | Studio Nendo

Oki Sato (classe 1977) non è nuovo a questi riconoscimenti visto che nel curriculum può già vantare importanti traguardi come Good Design Award (Japan), I.D. Annual Design Review Best Product (USA), red dot design award (Germany), Wallpaper Best Domestic Design (UK), Compasso dOro Honorable Mention (Italy), German Design Award (Germany).

Chocolatexture | Hall 8 | Now! design à vivre

Chocolatexture | Hall 8 | Now! design à vivre

Prima tappa obbligata dunque di questo tour virtuale è la Chocolatexture lounge, il nuovo lavoro firmato dallo studio e allestito nella hall 8 di Maison & Objet, nellarea Now! design à vivre.

La Chocolatexture lounge nasce per offrire un momento di relax in un inedito salotto accogliente e avvolgente. Leffetto è ottenuto sfruttando uno dei simboli universali del piacere: il cioccolato. Profumo e tonalità del cioccolato dominano questa lounge arredata con alcuni dei mobili progettati dallo studio Nendo per Cappellini, Desalto, Glas Italia, Moroso e Discipline, nelle tinte del cacao.

Color cioccolato sono anche i 2000 tubi, spessi solo 8 millimetri luno, che costituiscono la suggestiva installazione, sospesa dal soffitto della lounge, che crea limpressione di essere avvolti in unenorme onda di cioccolato. Sicuramente un’esperienza sensoriale da non perdere!

nendo-chocolatexture

Per loccasione lo studio ha anche creato 400 set di cioccolatini Chocolatexture, in vendita per un tempo limitato, che potranno essere degustati durante la fiera. Nove sono i tipi di cioccolatino che hanno la stessa dimensione, 26 x 26 x 26 mm, e diverse texture di superficie, a seconda dei gusti.

Now! design à vivre.

Il contesto innovativo del padiglione now! design à vivre è il luogo in cui vengono messe in luce le ultime collezioni darredo, le idee più fresche e le soluzioni più innovative. I designer coinvolti giocano con forme e stili miscelati con tanto talento e fantasia.

Anche questanno dunque now! design à vivre mantiene fede al proprio obiettivo: migliorare la professione, scovare le novità, anticipare le fluttuazioni della domanda e del mercato ed essere una piattaforma interdisciplinare.

hall8

In questa sezione si possono ammirare le novità 2015 di: &tradition, .bijouets, .ex-novo, Ferm Living, Finell, Kvadrat, Menu A/S, Muuto, Normann Copenhagen, Schneid, Seletti, Tom Dixon, Vitra.

.ex-novo  | Hall 8 | Stand C19

.ex-novo | Hall 8 | Stand C19

Larchitetto francese Philippe Boisselier ha curato lallestimento dellingresso alla Hall 8: una scenografia fatta di specchi e legno ecletticamente combinati per sorprendere e accogliere i visitatori.

Finell

Lazienda statunitense semplicemente celebra lessenzialità e il design intelligente. Finell dimostra che, lasciate da parte tutte le convenzioni, si possono ottenere prodotti sorprendenti e funzionali che ridefiniscano il design contemporaneo.

Tanti i riconoscimenti ricevuti: dallAIGA Awards per il Packaging alla nomina a finalista dellInternational Design Excellence Awards.

Ferm Living |Hall 8 | Stand A51 / B52

Ferm Living |Hall 8 | Stand A51 / B52

Ferm Living

La forte componente grafica che accomuna tutti i prodotti di Ferm Living fin dalla nascita del marchio è presente anche nella collezione primavera/estate 2015.

Lazienda danese, fondata nel 2005 da Trine Andersen, presenta gli eccellenti tessili in cotone organico con fantasie meno geometriche rispetto al solito e un elemento che domina decisamente la scena è il colore blu.

Linvito dellazienda è quello di godere di ogni singolo dettaglio e di ogni singolo momento della vita quotidiana.

Ferm Living |Hall 8 | Stand A51 / B52

Ferm Living |Hall 8 | Stand A51 / B52

 

.bijouets

Lazienda italiana pioniere nella realizzazione di prodotti esclusivi tramite Professional 3DPrinting presenta a Parigi la nuova collezione e i nuovi colori.

bijouets

Collane, bracciali, anelli, orecchini, spille e occhiali appartenenti al nuovo manifatturiero che va sotto il nome di 3° rivoluzione industriale dove lartigianalità, del saper fare e del miglioramento continuo, si esalta e diventa un reale fattore distintivo. Non artigianato artistico, dunque ma artigianato che partendo da competenze specifiche riesce ad industrializzarei processi, garantendo qualità e continuità degli standard produttivi.

.bijouets | Hall 8 | Stand C19

.bijouets | Hall 8 | Stand C19

 

MAKE

I gioielli di .bijouets centrano perfettamente il tema di questa edizione: MAKE, sottolineato e declinato nelle aree NATURE MADE, HUMAN MADEe TECHNO MADE.

m-o make

Lidea che sta alla base di questa scelta è quella di riscoprire il valore della buona manifattura di qualità.

Così si esprime lo staff organizzativo di Maison&Objet 2015: The latest luxury can be seen in a return to the essential beauty of craftsmanship and perfecting materials.[Il lusso più recente può essere trovato nel ritorno alla bellezza essenziale del lavoro artigianale e della perfezione dei materiali.]

Quindi, le competenze tradizionali ripristinano limportanza del fatto a mano e gli artigiani ridisegnano le regole di un design altro in cui la genialità e la sapienza manuale unita ai progressi tecnologici segnano levoluzione del mondo del design.

Presenti a Parigi anche Murano e il suo vetro artistico: una vasta gamma di articoli per la casa, dai mobili alloggettistica, dalle decorazioni ai complementi darredo.

   

Atipico | Hall 6 | Stand P12 / Q11

Atipico | Hall 6 | Stand P12 / Q11

Atipico

«A Table» è la collezione di  oggetti e accessori per la tavola pensata da Fabrica che si ispira ai comportamenti alimentari e alle nazionalità dei giovani creativi di Fabrica: i bicchieri ricordano le tazze usate nel rito giapponese del té; il set per aperitivo si ispira invece allabitudine indiana di condividere e assaggiare tanti cibi diversi. Il risultato? Una collezione eclettica ma coerente dove, grazie ad un design rigoroso, lutilizzo di materiali diversi non crea disturbo.

Ma Maison&Objet è anche unottima occasione per tutti gli addetti ai lavori per partecipare a conferenze, letture, come quella tenuta da Oki Sato, o dal sociologo Hugues Jacquet. Sono in programma anche cooking show, con chef del calibro di Jean Imbert, Amandine Chaignot e Julien Alvarez.