Arredare casa, è un’attività molto difficile che richiede passione ed impegno. Stesso può dirsi quando bisogna fare dei lavori di ristrutturazione per rinnovare la propria abitazione. Specie in questi tempi di crisi economica, poi, oltre all’occhio anche il portafoglio vuole la sua parte. Per questo motivo bisogna prestare particolare attenzione, al fine di soddisfare entrambe le esigenze.

Oggi vedremo due consigli molto validi sul tema: riguardano l’arredamento della cucina e la realizzazione di un pavimento in cotto. I consigli del blog Affari Miei vi aiuteranno a conciliare sempre scelte di vita qualitativamente alte con le spese che, inevitabilmente, vanno centellinate. Sovente, infatti, tagliare gli sperperi di denaro non equivale a rinunciare del tutto ai propri sogni: un momento di ristrettezza, paradossalmente, può essere un’occasione per essere più pratici ed innovativi.

Come arredare una cucina: idee per cambiare

Arredare un Cucina
Con il passare del tempo può accadere che la propria cucina non risponda più alle esigenze moderne. Sicuramente ristrutturare una cucina può essere costoso, ma utilizzando alcuni piccoli accorgimenti, si possono ugualmente ottenere dei buoni risultati. Per mantenere sotto controllo i costi di ristrutturazione è necessario pianificare in anticipo, e soprattutto è di vitale importanza tenere fuori le proprie emozioni dal quadro finanziario.

Quindi, per iniziare è fondamentale valutare cosa si desidera cambiare e stabilire ciò che si può fare da soli. Se non si portati al bricolage, allora consigliamo di rivolgersi a un esperto del mestiere. Naturalmente per evitare brutte sorprese, è importante farsi fare dei preventivi prima di procedere con la messa in opera.

Detto questo, per guadagnare spazio in cucina è utile ad esempio mettere la lavatrice in un ripostiglio o in bagno. Se ciò non è possibile si può demolire il muro che la divide con l’altra stanza e fare un ambiente unico. Quest’ultima alternativa potrebbe rivelarsi buona, ma è opportuno valutare un piccolo dettaglio: se la disposizione viene completamente modificata, bisogna procedere nuovamente con un nuovo impianto idraulico ed elettrico. Spostare gli elettrodomestici infatti, può aggiungere molti costi al lavoro.

Quindi a questo riguardo bisogna fare molta attenzione a ciò che si vuole fare. In aggiunta, se in cucina i pavimenti sono rovinati, una buona soluzione sarebbe quella di rivestirli con delle strisce di laminato simile al parquet. Molti laminati sono disponibili in commercio in tanti colori e modelli. Sicuramente i pavimenti in laminato sono meno costosi rispetto ad un pavimento di legno vero e proprio.

Se si vuole spendere poco inoltre, consigliamo di rimettere a posto gli armadi già esistenti invece di comprarli nuovi. Se ciò non è possibile allora è opportuno scegliere dei mobili in serie invece di quelli fatti su misura o personalizzati.

Rinnovare le pareti dando un tocco di colore all’ambiente non farà altro che ravvivare la cucina. Un’ultima cosa che si può fare è la seguente: dipingere le ante della cucina magari aggiungendo delle decorazioni stencil oppure cambiare i pomelli può rivelarsi un espediente altrettanto efficace. Come si può intravedere le soluzioni per ristrutturare una cucina sono tantissime, basta avere soltanto un po’ di creatività e di fantasia!

Come realizzare un pavimento in cotto: consigli pratici

Pavimento in Cotto

Pavimento in Cotto

Il cotto è un materiale edile che può essere prodotto sia industrialmente che artigianalmente. Il colore può variare dall’ocra al rosso amaranto e può essere utilizzato per rivestire sia i pavimenti interni che esterni. Il pavimento in cotto grazie al suo aspetto rustico crea un’intima ed elegante atmosfera in casa. Utilizzato molto spesso per la pavimentazione esterna, il cotto come è stato illustrato precedentemente, può essere impiegato anche per gli interni soprattutto nelle case di campagna o nelle ville, ma può impreziosire qualsiasi appartamento purché sia in sintonia con l’arredamento. Ecco qui di seguito come fare un pavimento in cotto.

Prima di tutto è bene precisare che fare un pavimento in cotto non è un’impresa tanto semplice come in apparenza potrebbe sembrare, ma seguendo passo dopo passo questa guida si potrà ottenere un buon risultato. Se si decide di fare una pavimentazione con questo materiale si può addirittura risparmiare fino al 30% del costo complessivo. Naturalmente per poter ottenere un buon risultato bisogna essere portati per il bricolage e in più occorre possedere la giusta attrezzatura.

Una volta reperito tutto il materiale, si può iniziare a posare il pavimento. Innanzitutto bisogna controllare che la superficie sia ben livellata, dopodiché è necessario preparare un composto di acqua e polvere adesiva. Affinché tale composto venga steso in modo uniforme bisogna utilizzare una spatola d’acciaio con lama dentata.

E’ consigliabile lavorare un metro quadrato per volta, altrimenti si andrà in confusione e il risultato non sarà lo stesso. Quando la pasta verrà stesa, procedere alla posa dei mattoni in cotto. Ma attenzione! Tra le varie piastrelle bisogna inserire i distanziali in plastica. Dopo aver collocato le piastrelle all’interno del metro quadro poggiare su di esse la tavola di legno e con l’ausilio di un mazzuolo battere sulla tavola in maniera tale da uniformare tutte quante le piastrelle. Quando la pavimentazione è stata conclusa, lasciare in posa per almeno 1 giorno. Dopodiché eliminare i distanziali in plastica e inserire tra le fughe la boiacca in cemento. Attendere altre 4 ore e poi procedere con la pulizia del pavimento in cotto. Per poter lavare il pavimento in cotto utilizzare una soluzione apposita.