Partiamo da un presupposto: l’invecchiamento non può essere fermato. Sappiamo però che molto può essere fatto per rallentarlo. Cadenzare le lancette dell’orologio biologico è uno dei sogni, da sempre, di uomini e donne, che desiderano sentirsi pieni di energia, fare ogni notte sonni ristoratori come quelli di un bambino, avere pelle, unghie, capelli luminosi e in salute, e un buon tono muscolare e dell’umore.

Dal punto di vista scientifico, l’invecchiamento precoce, come dato statistico, si stima essere provocato soltanto per un terzo da cause genetiche e per i restanti 2/3 da fattori esterni. Vediamo dunque qualche rimedio per contrastare l’incombere del tempo che passa. Senza dubbio la prima regola è crederci: nel senso che non dobbiamo pensare che, ad una “certa età”, non si possa più essere energici e vitali. Spesso le persone si arrendono prima del tempo, pensando che indebolirsi o non avere più stimoli, invecchiando, sia una cosa naturale. Ma non è così!

E allora, cosa fare per recuperare, o per non perdere, forza, tonicità e buon umore, in modo da prevenire un invecchiamento precoce e sofferente?

Per esempio, possiamo interessarci di più a noi stessi, senza pensare che sia una misura egoistica, ma di necessità e piacere, in maniera diligente e approfondita.

Una delle prime soluzioni da intraprendere può essere una regolare attività fisica, che favorisce il coretto funzionamento del sistema linfatico, in grado di difendere e ripulire l’organismo, oltre a migliorare le funzioni del cuore, la circolazione del sangue e la respirazione. Una buona attività motoria, infatti, aiuta a mantenere la forma fisica, perdendo peso e aumentando la produzione di endorfina, l’ormone in grado di fornirci la sensazione di benessere, tenendo lontana persino la depressione, un bell’aiuto per affrontare la vita con maggiore vitalità. Peraltro, non sono necessari grandi sforzi, perché anche una bella passeggiata quotidiana può portare grandi benefici, sia al corpo che allo spirito.

Ovviamente questo non basta, o meglio, non è tutto: un’altra fase fondamentale, a tutte le età, ma principalmente in questa fase della vita, è l’idratazione. Sappiamo che il nostro corpo è composto soprattutto di acqua e, se la pelle non ne riceve abbastanza, ne risente in maniera evidente, inizia a perdere tono ed elasticità, diventando secca e favorendo la comparsa delle rughe. Una buona abitudine può essere quella di iniziare la giornata con 1 o 2 bicchieri di acqua, per arrivare ad aver bevuto, prima di coricarsi, almeno 2 litri di acqua. Idratare il corpo al meglio consente di notarne presto i benefici, dalla pelle più elastica, ad un viso più vitale e rilassato e, naturalmente, meno rughe.

Oltre a molta acqua, una vita sana e un regolare movimento, un altro suggerimento è il consumo di sostanze contenenti antiradicali liberi, in grado di contrastare l’invecchiamento. A questo proposito, può essere utile l’assunzione di acido lipoico, considerando una dose da 300 a 600 mg al giorno per almeno un mese, a fasi periodiche. Tale sostanza, che può essere definita come una sorta di vitamina liposolubile, è anche un ingrediente inserito nella formulazione di molte creme antiage per il viso e il collo, usato prevalentemente per le sue proprietà antiossidanti, nonché nella riparazione dei danni provocati da un’eccessiva esposizione ai raggi solari. Proprio a questo proposito, non dimentichiamoci che il sole è una delle maggiori cause di responsabilità dell’invecchiamento cutaneo.

Evitiamo anche di fumare e di eccedere nell’alcool: l’abuso di queste due abitudini non propriamente “buone”, infatti, oltre a indurre danni su tutto l’organismo, polmoni e fegato in primis, fa consumare al nostro organismo preziosi micronutrienti, togliendoli da altre e fondamentali necessità biologiche.

Naturalmente, molto importante è anche un’alimentazione bilanciata: il motto ideale potrebbe essere “mangia sano e meno”, poiché nutrirsi bene, senza eccessi e con alimenti “puliti”, non grassi, con molta frutta e verdura, aiuta a invecchiare più lentamente. Una dieta ipocalorica, mai, però, priva di vitamine e nutrienti necessari, assicura i valori pressori e il colesterolo nelle condizioni ottimali e aiuta a mantenere in salute l’intero sistema cardiovascolare.

E poi, determinante, per aumentare l’aspettativa di vita, è essenziale mantenere esercitata la mente: informarsi, leggere, navigare in rete, studiare, fare cruciverba e quiz, partecipare il più possibile alla vita sociale, ascoltare musica, cimentarsi in giochi e attività di gruppo, come carte o corsi di ballo, sono attività importanti, che, oltre ad impegnare il cervello, aiutano anche a socializzare, a ritagliarsi spazi e situazioni sempre aggiornate ed attuali, anche per esercitare la memoria e la dialettica, altri elementi fondamentali da non perdere.

Perché il punto non è soltanto quello di invecchiare lentamente, ma soprattutto di trascorrere gli anni in assoluta qualità.