Donna con Cellulare in Mano

Come sterilizzare il proprio cellulare per eliminare i batteri di Coronavirus? L’incubo Covid-19 riguarda ogni superficie, ma in modo particolare il proprio smartphone, per il semplice fatto che si tratta di un oggetto che si ha molto spesso in mano. Il rischio di contagio è quindi sempre in agguato, ma può essere eliminato utilizzando le sostanze giuste e svolgendo una pulizia costante.

Abbiamo chiesto all’amica Simona di Ecc-net.it che ha scritto una guida a proposito come fare:

Pulizia smartphone: come farne una corretta

Come fare una corretta pulizia dello smartphone per renderlo sicuro dalla possibile presenza del Coronavirus? Prima di tutto si deve ricordare che qualsiasi sostanza che contenga alcool, è in grado di uccidere il virus in soli 5 minuti.

Attenzione però, perché utilizzare alcool pure sul display del cellulare o addirittura spruzzarne una parte su di esso, rischierebbe di rovinare il dispositivo. No, quindi a liquidi versati direttamente su oggetti del genere, che siano cellulari, tablet o computer, men che mai se hanno un livello di alcool troppo elevato.

Di contro però, per fare una corretta igienizzazione, si può sempre optare per delle salviettine umidificate con una base alcolica. L’ideale sarebbe utilizzare anche prodotti come Amuchina.

Per evitare di danneggiare lo smartphone, sarebbe meglio non passare la sostanza disinfettante in prossimità di fori per l’audio. In questo modo si eviterà che i liquidi passino all’interno del cellulare, facendo danni.

Sarebbe bene spruzzare un po’ di detergente su un panno e poi strofinarlo sul dispositivo. In alternativa si può fare lo stesso con le salviette, però accertandosi prima che non siano troppo bagnate. Se così fosse, meglio strizzarle e poi procedere alla pulizia.

Oltre ai metodi appena descritti, ce ne sono anche altri che possono essere utilizzati.

Altri rimedi utili per allontanare il rischio Coronavirus

Oltre alle soluzioni già indicate, l’ideale per pulire il cellulare sarebbe utilizzare alcune sostanze come l’alcol isopropilico e l’ipoclorito di sodio. La prima sarebbe perfetta, mentre la seconda, meno efficiente, è comunque consigliata.

Non è necessario trovare dei detergenti che contengano questi elementi puri, ma basterebbe che fossero presenti almeno con una percentuale del 70% – 80%.

Un’ulteriore soluzione sarebbe quella di evitare di toccare il proprio smartphone quando si sta fuori casa, o comunque, se è proprio necessario utilizzarlo in quei momenti, meglio farlo con dei guanti, da gettare via una volta che si è tornati in casa.

In questo modo, il cellulare rimarrà “protetto” dagli eventuali microbi presenti nell’ambiente esterno. Utile sarebbe anche evitare di toccare il dispositivo con gli stessi guanti con i quali si è toccato qualcosa fuori, che può essere denaro scambiato con un cassiere di un supermercato, oppure cibo preso al supermercato, buste della spesa se toccate da altri.

Insomma, “attenzione” è la prima mossa da seguire, la prima regola utile per poter essere protetti da ogni forma di contagio. Si deve anche ricordare che pulire regolarmente il proprio telefono, non solo elimina il rischio di contagio da Coronavirus, ma distrugge anche la presenza di ulteriori germi e batteri che possono comunque portare infezioni o irritazioni.

Insomma, si deve evitare di poggiare il telefono sporco su troppe superfici: una volta che si torna a casa dopo essere stati fuori, cercare di pulirlo subito o comunque poggiarlo su una sola mensola, mobile o qualsiasi altro posto.

Questo sistema permetterà di evitare di contagiare tutta l’abitazione, qualora il proprio dispositivo avesse il virus. Insomma, gli accorgimenti da poter seguire sono diversi, e con la giusta attenzione si potrà evitare qualsiasi problema e qualsiasi forma di rischio.