is867039Oltre a mettere al mondo un bebè, il maggiore vantaggio dell’essere incinta consiste nel darti un’ottima scusa per regalarti momenti piacevoli e forse il luogo migliore in cui trascorrerli è la vasca da bagno.
Niente è paragonabile ad una immersione protratta per lenire sofferenze, dolori e nervi esausti, specialmente se la trasformi in una “seduta di piacere”.
Circonda la vasca di candele profumate, prendi una rivista o un buon libro, gira la chiave nella serratura e lasciati andare.
I bagni nella vasca sono assolutamente sicuri quando la temperatura dell’acqua non oltrepassa i 37 gradi, perchè questa riproduce specularmente quella del fluido amniotico in cui galleggia il bebè.
Perciò il bagno è davvero un’esperienza imperdibile.
Anzi, con la vasca piena quasi fino all’orlo, proverai una meravigliosa sensazione di assenza di peso, che spazzerà via ogni tensione.

AFFIDATI A MADRE NATURA
L’umile bagno è la panacea di ogni fastidio gestazionale e può diventare ancora più efficace se aggiungi all’acqua un pugno di sali del Mar Morto.
Questi liberano dai dolori, migliorano il tono della pelle e idratano: il tuo corpo te ne sarà certamente grato.
In alternativa ai sali, potresti ricorrere agli oli essenziali. Tuttavia va detto che non tutti quelli impiegati nell’aromaterapia sono indicati per le future mamme.
La lavanda ti concilierà il sonno, il neroli (derivato dei fiori d’arancio) allieverà lo stress e la camomillaplacherà la lombalgia.
Anche il geranio, il bergamotto, l’ylang-ylang, il patchouli, il sandalo e l’arancio dolce sono completamente privi di controindicazioni.
Essendo piuttosto potenti, basta mettere soltanto sei gocce nella vasca da bagno per ottenere l’effetto voluto, altrimenti puoi mischiare l’olio aromatico con un cucchiaio di latte, oppure di olio di mandorle dolci, prima di versarlo perchè quando è puro tende ad attaccarsi alle superfici e, naturalmente, pulire la vasca non è in effetti il modo migliore per terminare una piacevole e rilassante immersione…

VISUALIZZAZIONE E MEDITAZIONE
Il bagno è il posto migliore per meditare un pò. Chiudi gli occhi, concentrati inspirando lentamente l’aria dal naso ed espirando con la bocca e pensa al bambino che è dentro di te, visualizzandolo dalla testa ai piedi.
Accarezzati dolcemente il ventre dondolandoti lentamente da un lato all’altro, in questo modo l’acqua che scorre su di te favorirà il relax di entrambi.
Grazie alla spinta idrostatica che annulla lo spiacevole senso di pesantezza, in un certo senso potrai “esplorare” il tuo pancione per capire come è posizionato il bambino.
Una sezione compatta indica la schiena, mentre i piedi sono piccoli e piuttosto duri al tatto.
Il sederino e la testa hanno approssimativamente la medesima dimensione, sebbene il primo risulti più morbido alla palpazione!