giovanna-franco
Sembrava proprio che la storia tra la poliziotta e l’investigatore si stesse mettendo nei giusti binari: Nunzio, la convivenza, la probabile possibilità di avere un figlio e invece ecco che le insidie ricominciano a minacciare il rapporto fra i due. Attenzione! per insidie non intendo Katia Cammarota che, tiè è tornata fresca come una rosa (le disgrazie non arrivano mai da sole), ma il passato di Giovanna che l’ha fatta riprecipitare nel vortice “lavoro” all’improvviso.

Ah Giovanna, Giovanna eppure ci eri già passata! Hai perso il tuo bambino per colpa del lavoro e ora trascuri amici e famiglia in modo del tutto inconsapevole? Si, è vero, si tratta dell’omicidio di tuo marito. Ma non puoi ricascare nel tunnel “lavoro”, lui non vorrebbe mai.

Giovanna è recidiva anche per ciò che riguarda un altro tipo di errore: il dialogo. Come in passato si rintestardisce nel lasciare fuori il suo compagno dai suoi affari, non gli parla di ciò che le sta accadendo e lui, logicamente, si trova spiazzato di  fronte ai repentini cambiamenti di lei.

Sai cosa ti dico Giovanna? chi è causa del suo mal pianga sè stesso. Katia è li pronta a riprendersi Franco, oltretutto sono già sposati, insomma la situazione sembrerebbe proprio volgere in suo favore.
Va beh, come si dice, chi vivrà vedrà…