Ecco un evento che pochi anni fa avrebbe veramente avuto dell’incredibile.
Dagli Stati Uniti arriva la notizie che le donne nel mondo lavorativo avrebbero “quasi” superato il numero degli uomini. Secondo quanto emerge dai dati del Bureau of Labor Statics del mese di giugno, le donne  attive nel mondo del lavoro negli Stati Uniti sono arrivate a quota 49,83% quindi quasi a parità con gli uomini. Anche se il dato è ancora lievemente basso , nell’anno , il  50% dovrebbe essere raggiunto

Ancora 30 anni fa questo dato sarebbe stato inimmaginabile.

Ma com’è avvenuto questo fenomeno?E’ corretto quindi dire che le donne battono gli uomini?

Si parla di revoluzione rosa ma la realtà è ben altra. La crisi avendo rovinato molte azienda a predominanza maschile ha favorito invece i settori femminile dove si  è manifestato un notevole aumento del personale. Il che significherebbe che questo dato avrebbe ben poco a che fare con le pari autorità. La realtà è quindi ben diversa visto che quest’alta percentuale è dovuta soprattutto al crollo del mercato del lavoro maschile dovuta alla crisi e non ad una vittoria da parte del sesso femminile. Quindi grazie alla crisi se così si può realmente dire l’America ha raggiunto un dato storico; ci sarebbero più donne che lavorano di uomini.

Molte donne già grideranno vittoria ma non dimentichiamo che numerose sono le donne che non riescono ad arrivare alla fine del mese perchè occupano un posto a part-time e che ancora troppe mancano di copertura sanitaria, parlare di pari oppurtunità sembra veramente un’esagerazione.