mikebongiorno

Alla fine di ogni sua trasmissione era l’augurio che ci faceva, l’augurio che è divenuto il simbolo di un mito, del mito della televisione. Le mie potrebbero sembrare le classiche frasi che si dicono quando una persona “passa a miglior vita”…invece è la pura e, permettetemi, inconstestabile, verità.

Lui era, è, il mito della televisione, il grande Mike Bongiorno che ieri ci ha lasciato, così all’improvviso, durante una vacanza con la sua amatissima moglie.

Ultimamente in tv si vedeva poco, non gli era infatti stato rinnovato il contratto con Mediaset e lavorava con Sky a fianco del bravissimo Fiorello. E proprio con Fiorello ha fatto una sorta di “riepilogo” delle sue mitiche gaffe. Quelle gaffe che ci hanno tanto fatto ridere. Sgridava i concorrenti, aveva uscite a dir poco imbarazzanti, faceva battute con doppi sensi nemmeno troppo impliciti.

Nessuno come lui riusciva a condurre in maniera così disinvolta. Nessun sorriso finto stampato sulle labbra, nessuna frase di circostanza, con Mike sembrava di essere a casa propria e il tutto avveniva comunque nella massima professionalità. Il suo mitico Rischiatutto è stata l’insostituibile capofila della generazione dei quiz. E ora fa strano pensare che non lo rivredemo se non in quei programmi dei ricordi che fanno tanta nostalgia.

Ciao Mike, grazie per tutto ciò che hai lasciato e per tutto ciò che hai fatto, grazie per quella autoironia che hai dimostrato soprattutto ultimamente con quella “macchietta” di Fiorello che non faceva che prenderti in giro..sono certa che ora vorresti solo dire una cosa a tutti noi un pò tristi per la tua scomparsa, e quella cosa è ALLEGRIA!