Da diverse settimane vedi che tuo figlio porta le mani alla bocca, per mangiucchiare le unghie o le pellicine? Sai come si chiama “malattia”? Si chiama onicofagia questa più che una malattia, se non s’interviene subito può diventare un vizio o un’abitudine. Questo problema si può iniziare ad manifestare tra i bambini fra 5-6 anni di età.

Questo comportamento, di solito è scaturito da vari stati d’ansia causati da particolari situazioni come ad esempio affrontare il mondo scolastico o la nascita di un fratellino. I bambini che hanno questo problema, dell’onicofagia, sono i più ansiosi, i più insicuri e i più sensibili, quindi affrontano i cambiamenti, che si presentano intorno alla loro vita in maniera in maniera sbagliata “sfogando le loro ansie e paure sulle loro unghie”. Il piccolino, vivendo una situazione per lui stressante, o di preoccupazione che non sa come sostenere, si mangiucchia le unghie per sfogare l’agitazione.

In questa maniera l’ansia è trasferita sulle mani ed viene allontanata dalla mente del bimbo.

Come debellare il disturbo?

Non rimproverarlo, è importante, parlare con il piccolo, cercare di comprendere da dove sorge il problema, quali sono le cause scatenanti. Cercare di dargli più sicurezza è farlo stare sereno riguardo all’amore che hanno tutte le persone che lo conoscono nei suoi confronti.