Oggi tutto il mondo piange la morte di Liz Taylor, l’ultima grande star di Hollywood. La famiglia: “Niente fiori ma contributi alla lotta all’aids”

Liz Taylor, diva di Hollywood morta oggi a 79 anni per insufficienza cardiaca, dopo una travagliata sofferenza. Stupenda donna, e bravissima attrice dagli occhi viola. Due premi Oscar per le sue meravigliose interpretazioni in Venere in Visone e per Chi ha paura di Virginia Woolf? Per i suoi successi come attrice, molto spesso ha occupato le prime pagine dei giornali, ma anche le riviste di cronaca rosa e dei gossip, si sono delicate a lei, famosa per i suoi affetti pazzi, Richard Burton, per i tanti mariti che il suo cuore, ha amato, per la grande amicizia che la univa a Michael Jackson, e per la sua grande bontà, infatti, cercava di fare tanta beneficenza.

Questi sono alcuni dei film che la grande diva ha interpretato successo Un posto al sole (1951), L’ultima volta che vidi Parigi (1954); Il Gigante (1955), con Rock Hudson e James Dean; L’albero della vita (1957), La gatta sul tetto che scotta (1958), Improvvisamente l’estate scorsa (1959).

La donna diventata ancora più famosa per i suoi occhi di un colore stupendo: viola. La sua nascita è stata festeggiata a Londra nel lontano 17 febbraio 1932. La sua famiglia americana, decise di trasferirsi a Los Angeles, qui ebbe inizio il successo della piccola Elizabeth, infatti, a solo dieci anni iniziò la sua carriera come attrice, con Torna a casa Lassie, indimenticabile. 

 

Il fallimento di sette matrimoni, riempirono i giornali di cronaca rosa, ma finalmente il suo cuore inizia ad amare per tutta la vita, un unico uomo Richard Burton. I due si conobbero sul set di Cleopatra (1963) un grande successo, non solo per la loro storia d’amore, ma anche il film.

Oltre alle storie sentimentali l’attrice ha avuto anche una vita con tanti problemi di salute. Il suo sovrappeso, l’alcolismo, infatti, desiderava molto bere. Liz ha avuto anche una grande amicizia con Michael Jackson, che ha sempre difeso, infatti, Michael, ha avuto problemi d’incriminazione riguardo alle accuse di pedofilia, ma la sua amica dagli ”occhioni viola” è sempre stata al suo fianco. Da non dimenticare le sue lotte, il suo impegno per sconfiggere la malattia del secolo: l’Aids. Le sue infinite donazioni, per aiutare i centri per le ricerche, di malattie incurabili.

La sua morte è stata causata da una disfunzione cardiaca, il cancro alla pelle, due polmoniti, tutto questo logicamente la distrutta. Ma, questa grande donna, ha vissuto sempre affrontando i suoi problemi di salute in modo superficiale, perché i suoi mali non dovevano sopraffare il suo fisico demolendo, ha sempre combattuto non si è mai arresa.

 

Oggi però, io sono qui per scrivere la sua scomparsa, perché il suo cuore, il suo fisico hanno detto basta, “siamo stanchi di lottare”. Signora Liz Taylor, rimarrà sempre vivo il suo ricordo in tutti noi, e sono certa che tutto ciò, che lei ha realizzato, lo porteranno avanti i suoi famigliari.