La vista dei nostri figli non può essere curata dopo alcuni mesi di vita, poiché, per i primi tre anni di vita del nostro piccolo la vista la vista, deve ancora perfezionarsi e di conseguenza non si può essere sicuri di eventuali problemi di visone.

Questo non vuol dire di non preoccuparsi ma, se si nota un qualcosa in particolare inerente agli occhi, sarà opportuna anche una semplice visita dal pediatra, in tal modo potrete valutare insieme, una visita imminente da un oculista, o se è il caso di attendere ancora.

Passati i tre anni, il bambino sarà pronto ad affrontare la prima visita oculistica, in modo tale  che tutte le vostre ansie e i vostri dubbi, qualora ci sia ne fossero, troveranno tutte le risposte. Il medico controllerà la condizione e lo sviluppo del piccino.

I disturbi che si possono notare in una visita oculistica sono i seguenti:

Ambliopia è un peggioramento della vista che si manifestarsi nei  primi anni di vita.

 

Astigmatismo è un problema di “refrazione”, questo vuol dire che nella cornea si trova una curvatura non giusta, che di conseguenza provoca dei punti visibili sfocati in alcuni momenti.

Miopia è un semplice problema di focalizzazione lontana.

Ipermetropia gli occhi hanno difficoltà per mettere a fuoco le immagini.

Strabismo quando il bambino ha problemi di divergenze, è un deviamento di uno o entrambi gli occhi, in effetti, il paziente non riesce ha fissare un’immagine con gli occhi dritti.