Esistono quattro varietà di pastore belga.

Groenendael, dal mantello nero uniforme.

Tervueren, di colore fulvo o grigio con la maschera scura.

Malinois, o pastore belga a pelo corto.

Laekenois, più raro e dal pelo più ispido.

Gli animali di questa razza si dimostrano utilissimi poiché sono molto vivaci, intelligenti e dotati di un carattere molto forte. A volte, in alcuni esemplari, l’aggressività può essere esagerare, ma indubbiamente come cani da guardia non hanno rivali. Il pastore belga più conosciuto per le qualità da lavoro è senza dubbio il malinois, che è anche il meno appariscente, con il suo pelo corto e la taglia media. Le sue capacità di apprendimento e di assimilazione lo rendono tuttavia quasi perfetto. Il suo attacco è rapidissimo e, contrariamente a quanto accade con molti cani da attacco e da difesa, gli esemplari di questa razza sanno lasciare la presa con la stessa obbedienza con cui attaccano. Si tratta inoltre di un cane veramente agile, cui piacciono moltissimo gli esercizi di salto e tutti i tipi di sport. La sua educazione dev’essere leggermente più intransigente e severa di quella del pastore tedesco, ma i risultati saranno uguali se non addirittura più brillanti.

Durante le prove ufficiali per i cani di utilità degli ultimi anni il pastore belga ha ottenuto spesso punteggi migliori del pastore tedesco, per cui innumerevoli allevatori hanno preferito l’esclusiva di questa razza, che offre tante soddisfazioni nel campo dell’addestramento.