La muffa è un insieme di spore e batteri che in condizioni favorevoli cresce e si deposita sulle aree dei muri. Vapore acqueo e umidità sono le principali cause che favoriscono la sua comparsa che è più possibile durante i mesi invernali.

Vi sono delle situazioni di umidità, o muffa in diverse case, uffici, negozi, questa oltre inestetica nel vedere, emana un cattivo odore, ma la cosa principale che provoca disturbi di salute, quindi per questi vari problemi è opportuno intervenire tempestivamente.

Le situazioni di umidità se è trascurata, con il tempo può addirittura comparire lungo tutta una pareti di casa o di un stabile qualsiasi, che sia ammobiliato o che sia vuoto, la muffa non si ferma davanti a nulla, se la circostanza è favorevole sbuca e non sparisce da sola, serve il nostro intervento.

Un ambiente in questa condizione di forte umidità, si deve intervenire subito a deumidificare l’habitat del quale si parla poiché presto da quest’umidità nascerà la muffa. Una soluzione per rimuoverla c’è, ma ci vuole molta calma e principalmente una mascherina.

Per togliere la muffa, particolarmente in un ambiente da riordinare, s’inizia nel seguente modo, secondo della quantità di muffa da distruggere vi premunirete di stracci e candeggina.

La mascherina è molto importante, per non respirare la varechina che sarà usata pura.

Con uno strofinaccio inzuppato di candeggina pura, bloccate la muffa, dopodiché dovrà attendere che questa sostanza si asciughi. Quest’operazione sarà ripetuta per varie volte, sempre aspettando che si asciughi ogni volta che si procederà nel bagnare la parete danneggiata dalla muffa.

 

Terminate le volte che ritenete opportuno passare la candeggina, areate il locale o la stanza, fate asciugare definitivamente per un paio di giorni e poi potete tranquillamente iniziare ad pittare le pareti.