L’anello contraccettivo può causare alcune controindicazioni ed conseguenze collaterali. La funzione dell’anello contracettivo è quella che evita di avere figli un’utile soluzione al preservativo, o alla pillola. Però non è sbagliato considerare e valutare le controindicazioni, che questo contracettivo può dare, con questo voglio soltanto dire che è meglio sottrarsi dall’utilizzare dell’anello anticoncezionale quando vi sono dei problemi di salute. In questa maniera si potranno evitare eventualmente degli effetti collaterali in caso di utilizzo dell’anello anticoncezionale, per un breve o lungo periodo.

Per molte donne l’anello vaginale non è consigliato, poiché potrebbe essere causa di gravi problemi. Le signore di età superiore ai 35 anni che hanno il vizio del fumo ed sono affette da una delle seguenti malattie, di conseguenza non dovrebbero usare l’anello anticoncezionale: se in passato avete sofferto di attacchi di panico, sofferenze al seno, trombosi ed embolie, diabete con conseguenze a carico dei reni, gravidanza verificata, o ipotizzata, mal di testa con manifestazioni neurologiche, sanguinamento vaginale, tumore, reazione allergica all’anello, epilessia, depressione.

Gli effetti collaterali che un anello anticoncezionale può dare ad una donna che adopera sono: irritazione vaginale, mal di testa, ciclo mestruale non preciso, aumento di peso, nausea, e stati nervosi.

Come agisce l’anello vaginale?

Gli ormoni rilasciati dall’anello inibiscono efficacemente l’ovulazione. Oltre ciò, come tutti gli altri anticoncezionali orali, l’anello induce variazioni del muco cervicale, atte a renderlo inadeguato alla risalita degli spermatozoi.

Come si usa l’anello?

Inserire e rimuovere l’anello è semplice, lo possiamo fare stesso noi donne. Per introdurre l’anello bisognerà decidere posizione più comoda per te. Sdraiata o in piedi quando hai finalmente deciso in quale posizione stare devi comprimere l’anello tra il pollice ed indice ed inserirlo in vagina fino a raggiungere una posizione confortevole. Nella possibilità che, una volta inserito l’anello, percepisci una sensazione di fastidio, basterà spingerlo dolcemente un po’ più in alto. La giusta posizione all’interno della vagina non è importante per l’efficacia contraccettiva, a condizione che l’anello sia completamente inserito in vagina. Per rimuovere l’anello, dovrai agganciare il dito indice sotto l’anello (ad uncino) oppure afferrarlo tra indice e medio e trascinarlo all’esterno. L’anello va adoperato per 3 settimane consecutivamente, seguite da 1 settimana di intervallo libero da anello, durante la quale spunterà la regolare mestruazione.

 

Dopo di tutto ciò, voglio raccomandarvi di verdicare bene insieme al vostro medico di fiducia se è il caso di usare l’anello anticoncezionale.