Un tempo tutto era meno nocivo, dall’acqua agli alimenti, ma è anche vero che oggi tendiamo troppo spesso a consumare medicinali come fossero confetti, dimenticando che in questo modo ci rendiamo immuni al farmaco e più propensi alle malattie. I nostri nonni o le nostre mamme, spesso sostituivano le terapie mediche con dei metodi del tutto naturali e ora ve ne illustrerò alcuni. Attenzione, questo articolo non vuole sostituirsi ad una vera e propria consulenza medica: i rimedi che v’illustrerò sono solo degli spunti per tamponare alcuni problemi, non una cura definitiva a qualsiasi patologia.

Artrite: riempite d’alcol un barattolo a chiusura ermetica, immergete tre peperoncini rossi grandi, chiudete e lasciate riposare per sette giorni; togliete i peperoncini e usate il liquido ottenuto per creare dei tamponi che diano un po’ di sollievo alla parte dolorante.

Bronchite: fate bollire per tre minuti, mescolando spesso, tre cucchiai di semi di lino e acqua in quantità tale da ottenere un composto abbastanza denso; versate l’impasto in un fazzoletto di lino, ripiegatelo e ponetelo sul petto fino a completo raffreddamento. Potrete usare gli stessi semi per quattro impacchi.

Calli: fate macerare per due o tre giorni qualche foglia di edera nell’aceto e dopo l’abituale pediluvio, utilizzatele per fare degli impacchi; in alternativa, mettete una fetta di limone direttamente sul callo per alleviare il dolore da esso provocato.

Cistite: lessate due chili di cipolle, conservate l’acqua utilizzata e bevetene quotidianamente un bicchiere a stomaco vuoto.

Crampi allo stomaco: mangiate una zolletta di zucchero imbevuta di camomilla o sorseggiate un bicchierino di cognac con un cucchiaino di zucchero.

Dolori Mestruali: mettete in infusione delle foglie di cannella in acqua bollente e dopo qualche minuto, sorseggiate.

Geloni: eseguite due lavature al giorno con un decotto composto da due litri d’acqua e cento grammi di foglie di noce.

Insonnia: preparate un beverone mettendo in infusione delle foglie d’arancio in una tazza di acqua calda o uno spicchio d’aglio in una tazza di latte per dieci minuti.

Pressione: se alta, mangiate dell’aglio crudo e/o banane; se bassa, consumate carote e/o sale.

Raffreddore: portate ad ebollizione mezzo litro di vino con tre cucchiai di zucchero, un po’ di cannella e chiodi di garofano; bevetelo caldo, prima di coricarvi.

Questi rimedi, per quanto non sostituiscano delle vere e proprie cure mediche, sono molto efficaci. Se avete dei dubbi, chiedete pure alle nonne: vi confermeranno la loro efficacia e, magari, ve ne insegneranno molti altri!