Credo che al mondo non ci sia stata e mai ci sarà una bambina che appena è in grado di reggersi sulle sue gambe non vada a curiosare fra le cose della mamma, è naturale e istintivo, basta essere femmine.

I veri problemi incominciano verso i 2/3 anni quando le vedrete comparire sui vostri tacchi adornate da lunghe collane e sciarpe varie, con i mesi a questa mise si aggiungeranno  i trucchi, le unghia dipinte e infine i vestiti più belli del vostro guardaroba.

Scene di normale vita familiare, che strappano risate, fotografie, filmini e qualche piccola apprensione.

Ci sarà poi il momento in cui vedendovi attaccare un bottone o fare un rammendo vorranno provare anche loro l’ebbrezza del cucito, ed è qui che le mamme finalmente si impongono e dicono un secco no!

Magari spiegando che l’ago è pericoloso, che possono usarlo solo gli adulti etc…

A questo proposito, care signore, permettetemi di dissentire, dovreste invece, permettere alle bimbe in tenera età di sbizzarrirsi e provare a creare qualcosa, non si sa mai, potreste diventare la mamma di una celebrità come la piccola Cecilia di Los Angeles.

Cecilia Cassini, di chiara origine Italiana, è una bimba di 12 anni che è già una stilista affermata, con un brand suo e crea meravigliose collezioni per le sue coetanee.

Racconta di avere incominciato a sei anni, quando la nonna le regalò una macchina da cucire, fu amore a prima vista, una passione travolgente che non l’ha più abbandonata. La ragazzina mostrava una vera attitudine per le stoffe e i modelli, creava dal nulla i suoi piccoli capolavori dal nulla vestendo le bambole con abitini chic.

Oggi è già stata insignita del titolo di stilista, l’unica della sua età, una grande soddisfazione per lei e la sua famiglia.

Molto orgogliosa delle sue creazioni, si ispira a Coco Chanel e non si lascia distrarre da nulla, studia e segue contemporaneamente la sua passione.

Quindi, se quando siete impegnate in lavori di cucito, la vostra bimba vi chiede di aiutarvi o provare anche lei a cucire, mettete da parte la paura e seguitela nella sua fantasia.

Magari può capitare che si punga un ditino, ma perdere una goccina di sangue non ha mai fatto male a nessuno.

Coltiviamo le passioni dei nostri figli, di questi tempi tanto per citare un antico proverbio, un mestiere è meglio di una laurea…