Spesso dimentichiamo che i piccoli non sono come noi adulti, che loro in realtà soffrono il caldo molto più di noi e che lo percepiscono in modo differente, e di conseguenza hanno altre necessità.

E’ importante mantenerli sempre ben idratati, il che significa dare loro da bere, poco ma, spesso e in modo variegato, offriamo loro, oltre all’acqua anche dei thè leggeri, dei succhi di frutta, delle spremute e del latte, e sempre a una temperatura media, né troppo fredda né calda ma, fresca appunto.

L’abbigliamento è importante, per proteggerli da sudorazione derivata da materiali non idonei, quindi particolare attenzione va fatta al materiale con cui sono fatti i vari capi di vestiario, da preferire il cotone, il lino e le fibre naturali, i più piccini staranno benissimo con il pannolone e una canotta leggera.

Dovendo uscire, prediligere le ore mattutine e il tardo pomeriggio, proteggere il loro capo con un cappello, e se si abita in zone lagunari o marittime, ma anche in montagna, usare una buona crema solare ad alta protezione. E’ importante proteggere anche i loro occhi con degli occhialini da sole adatti a non far passare i raggi uva.

Quando si viaggia in auto, è bene montare delle tendine parasole, e non lasciare mai, i bambini e gli anziani in auto, neanche per pochi minuti per prendere il giornale.

L’alimentazione è importante, integrare il più possibile ogni pasto con frutta e verdura di stagione e cucinare in modo leggero, se sono inappetenti, non forzateli, un buon gelato artigianale può sostituire il pasto, purché non diventi la regola.

E’ importante idratare la pelle del bambino dopo ogni bagnetto, con creme o con olii, naturalmente a base d’ingredienti naturali.

Non esporre il bambino ai raggi solari nelle ore più calde. Anche se si va al mare, si raccomanda di andare alla mattina e nel tardo pomeriggio.

Areare gli ambienti dove solitamente gioca e dorme il bambino, se usate il condizionatore o il ventilatore, state attente a non creare sbalzi termici eccessivi, impostate il condizionatore in funzione dry, al minimo e per ciò che riguarda il ventilatore, assicuratevi che, intanto il bimbo non possa accedervi e che il getto non d’aria non lo colpisca direttamente.

Altro cruccio nei mesi estivi sono gli insetti di vario genere, che sembrano prediligere i bambini, quindi proteggeteli con creme e spray ideati per loro.