Già, aspettiamo tutto l’anno per quelle due settimane di vacanza, facciamo progetti, passiamo ore su internet a cercare mete paradisiache a prezzi accessibili.

Mettiamo da parte ogni mese qualcosina, riservandola alle ferie, ma, al momento di decidere ci accorgiamo che, con tutta la buona volontà di questo mondo, proprio non ce la facciamo, al massimo possiamo concederci qualche giorno in un lido vicino a casa…

S’infrangono 11 mesi di sogni e aspettative, però una soluzione alternativa c’è, basta essere un po’ flessibili e procedere con molta cautela, certamente per quest’anno oramai è tardi, ma non è detto.

Ah, scusate, continuo a scrivere ma non vi ho ancora detto di cosa si tratta…

E’ una pratica molto diffusa, che però, ancora non convince molto noi Italiani, si chiama Swappare la propria casa, tradotto, letteralmente, vuol dire scambiare casa, in parole povere significa fare uno scambio di abitazione, con illustri sconosciuti da una parte all’altra del globo. Bello no?

Approfondiamo. Ormai la crisi è globale, i soldi non bastano mai, ma, alle vacanze nessuno vuole rinunciare, questo sistema ha origini anglosassoni e Americane, e devo dire che anche in molti paesi Europei funziona benissimo.

Certo, non si da la propria casa al primo che la chiede, c’è una prassi da seguire e vari modi per tutelarsi.

Per prima cosa bisogna iscriversi ai siti giusti, Homelink.it è uno di questi, c’è una quota annuale da pagare, e ciò consente di visionare le case degli altri utenti iscritti.

Naturalmente anche voi dovrete postare le foto di casa vostra, ogni ambiente e con descrizione precisa di tutto ciò che offre l’abitazione.

Si deve anche indicare il luogo esatto, cosa c’è nelle vicinanze, se è un luogo facilmente accessibile e via dicendo.

Essenziale essere completamente sinceri, non postate “villa in montagna” se si tratta di un piccolo chalet o villa al mare se invece è un bilocale, sicuramente non gradireste neppure voi partire convinti di trovare una villa e invece vi trovate davanti un monovano!

E’ molto semplice, trovato il luogo e la casa che v’interessa, prendete contatto prima l’agenzia e dopo l’utente, fate conoscenza, cercate di capire se si tratta di brave persone e trovate un accordo per l’uso delle abitazioni.

In pratica al solo costo del biglietto di viaggio e del vitto potrete veramente girare il mondo!

Buone vacanze