Sono appena trascorsi i nove mesi più magici della vostra vita. Avete perfino superato il difficile momento del parto, ma non eravate ancora pronte per affrontare la vita col vostro bambino. Non solo vi è impossibile capire il perché del suo pianto, ma siete costrette ad alimentarlo ogni tre ore e vi sentite stanche e frustrate. A rincarare la dose, poi, ci hanno pensato le tante temute coliche. E allora, come fare per sopravvivere a questi difficili momenti?

Quante volte vi sarà successo di chiedere ad amiche e parenti suggerimenti su come fare sparire le coliche a vostro figlio. Di sicuro tutti vi avranno dato consigli inutili aumentando, così, il vostro disagio. Se aggiungete il fatto che non siete nemmeno certe che di coliche si tratti, allora benvenute nel club delle mamme avvilite e sfiancate! Innanzitutto, è bene chiarire come si presentano le coliche. Se per qualche giorno di seguito, nello stesso momento della giornata (nel tardo-pomeriggio o verso sera, solitamente) vostro figlio inizia a piangere ininterrottamente e nulla serve a calmarlo, allora potete essere certe che si tratti di coliche. In parole povere, il bambino avverte male al pancino. Sappiate che non potete fare nulla per far sparire questo dolore, ma alleviarlo sì. Se la colica è già in atto, cercate di mettere il piccolo nella posizione per lui più comoda: ovvero quella corrispondente alla diminuzione dell’intensità del pianto. Molti bimbi traggono giovamento dallo stare a pancia in giù, altri preferiscono stare accoccolati sulla mamma in posizione fetale. Non esiste una regola valida per tutti, quindi cercate voi stesse di capire il neonato. Un’altra cosa da fare è massaggiare il pancino, magari con olio di mandorle dolci che conferisce una piacevole sensazione di calore. Se siete mamme-biologiche, potete somministrate al piccolo tisane di finocchio non zuccherate, che hanno il potere di allentare le tensioni addominali.

Sappiate, però, che non esiste alcun rimedio davvero efficace contro le coliche. Quello che potete fare è armarvi di pazienza e stare vicine al vostro bambino. Questa fase, infatti, non dura in eterno, ma dovrebbe scomparire al massimo intorno al sesto mese! Se però avete la fortuna di allattare, un metodo efficace per evitare, o meglio limitare, l’insorgere delle coliche esiste e riguarda la vostra alimentazione. Quello che dovete fare (a dispetto di quanto dice la logica) è evitare categoricamente i latticini (latte, yogurt, formaggi e così via) che altererebbero la composizione del latte materno, rendendolo maggiormente incline alla generazione delle coliche. E allora, che aspettate? Dopo quaranta settimane di restrizioni alimentari, qualche mese in più non fa oramai differenza!