Le ferie estive sono alle porte, qualcuno è già in vacanza, cerchiamo di capire come gestire al meglio l’estate con i vostri bambini.

Partiamo dal viaggio, intrattenere i vostri piccoli è importante, al fine di evitare che quest’ultimo divenga un’esperienza stressante. Le attuali tecnologie permettono di utilizzare ipod, videofonini, netbook e lanciare in esecuzione film di animazione o audiolibri. Un’altra valida alternativa può essere quella di cantare in auto. Basterà riprodurre i brani amati dai vostri piccoli e/o inventare anche piccole gare, sempre che i vostri timpani reggano!

Si potrebbe poi sfruttare l’ambiente circostante per inventare storie, viaggiando con la fantasia, sottolineando particolari che possano affascinare la mente dei piccoli.

Abbiate in mente questa idea: sì a qualche strappo alla regola e alle cose fatte con calma.

In spiaggia, lasciateli giocare in acqua, concedendogli una certa libertà ed esplorate l’ambiente con loro. Coinvolgeteli in giochi interessanti con voi stessi o con gli altri bambini, questo permetterà loro di interagire con gli altri bambini in villeggiatura, aiutandoli nella conoscenza di piccoli provenienti, magari, da realtà differenti da quella cittadina.

Organizzate una splendida caccia al tesoro in spiaggia oppure divertitevi con formine, secchielli e palette, creando vere e proprie fortezze inespugnabili.

Anche a casa, coinvolgeteli in giochi diversi dal solito, che magari vadano ad acuire la mente. E se la struttura presso la quale soggiornate possiede un Mini Club, permettete ai vostri figli di parteciparvi. Questo renderà l’estate più leggera e divertente per entrambi, oltre a sviluppare le capacità d’integrazione dei vostri piccoli.

Cercate di adattarvi ai cambiamenti pianificando la vacanza a misura dei vostri figli, in tal modo eviterete situazioni di difficile gestione. Sì al mangiare quando si ha fame e al riposo quando se ne ha bisogno, ben venga la libertà di movimento senza dimenticare, però, il ruolo di supervisione che ciascun genitore deve avere.

Sappiate interessarli ad attività di responsabilizzazione, affidando loro alcune mansioni: ad esempio facendosi aiutare nell’imbandire la tavola, stendere i panni, asciugare le posate o chiedere aiuto nel badare al fratellino o sorellina minore. Questi possono essere alcuni spunti per incominciare. Sappiate metterli al centro dell’attenzione, senza però eccedere con atteggiamenti ansiogeni e poco costruttivi che ingenererebbero nei vostri piccoli ansie, paure e stress. Approfittatene per godere del tempo libero con i vostri figli. Le vacanze, in fondo, sono utili anche a questo.

Adesso non vi resta che partire con la vostra famigliola. Buone ferie!