Coraggio, le feste sono una cosa meravigliosa, si mangia (continuamente), si beve (troppo), s’incontrano parenti che non vediamo da un anno intero e si devono fare i regali…

Che meraviglia, aspettiamo tutto l’anno Natale e già il 24 Dicembre siamo degli stracci!

Quindi quest’anno care ragazze, ci organizziamo prima, tutto deve filare liscio come l’olio e dobbiamo chiedere la collaborazione di tutta la famiglia, non possiamo fare sempre tutto noi, è bene che mariti, figli, suoceri, genitori e parentame vario capiscano che non siamo Wonder Woman, già, siamo umane pure noi, anche se ci prestiamo a organizzare, invitare, cucinare etc, dobbiamo trovare il tempo anche per curarci un po’ e apparire in forma smagliante e non delle cenerelle appena uscite da un tour de force in cucina.

Ho stilato un programma per voi (e per me) che dovrebbe, in teoria permetterci di uscire quasi indenni dalle festività. Il quasi è d’obbligo perché l’imprevisto è sempre in agguato.

Quest’anno giorno 8 l’Immacolata, cade di sabato, significa che abbiamo 2 giorni per addobbare casa con calma.

Spediamo marito e figli in cantina o garage, insomma a recuperare tutto l’occorrente per addobbare l’albero e preparare il presepe, mentre loro si occupano di ciò, noi liberiamo il tavolo e l’angolo per l’albero.

Di solito, invece di stipare tutto quello che c’è in giro in mobili vari, metto tutto in una scatola che conservo fino a quando ripristino la sala, evito di perdere oggetti e non ammucchio nulla.

Fatto ciò si può procedere all’allestimento, so che è snervante avere in giro la famiglia, sono più i guai che combinano che l’aiuto reale che forniscono, ma se non insegniamo loro come si fa non impareranno mai…

Iniziamo dall’albero, lasciate che siano i ragazzi, se hanno più di 10 anni a occuparsene, guidateli solo per applicare le luci, il resto lasciatelo alla loro inventiva.

Noi (intendo proprio noi, comprensivo di marito/compagno) occupiamoci del presepe che è un po’ più delicato e richiede più attenzione e cura.

Qualora il vostro lui cercasse una qualsiasi scusa per eclissarsi, minacciatelo fortemente, abbiamo abbondanti armi per farlo (magari ricordategli quel bel baby doll che gli piace tanto e ditegli che non lo vedrà per mooolto mooolto tempo se non collabora).

Affidati i compiti, procediamo pure, se abbiamo spento i cellulari, staccato il telefono e il pc, in mezza giornata dovremmo farcela.

Naturalmente dopo la fatica, pizza!

 

Arriva Natale…( seconda parte)

Arriva Natale…(terza parte)

Arriva Natale…(quarta parte)

Arriva Natale…( quinta parte)