Libri

Come faccio a fare tutto? Romanzo

Editore: Mondadori              

Anno: 2011

Collana:Omnibus

Pagine: 384

Prezzo: 17.90 €

Quante volte noi donne ci siamo poste questa domanda? Quante volte ci siamo dette che le ore della nostra giornata sono poche, che non ci bastano? Oddio ma sarà in grado oggi a far tutto? Sempre la stessa domanda ma posta in maniera differente. Come si fa a combinare il lavoro in una società finanziaria, un marito certe volte noioso, due bambini piccoli che hanno bisogno di amore e cure quotidiane, senza dimenticare gli intrecci online? Una cosa è sicura il tempo ormai per noi donne è diventato tiranno.

Come faccio a fare tutto? Questi sono i tormenti dove si esamina ogni giorno una donna di nome Kate Reddy, una trentacinquenne con una vita professionale, che calcola ogni secondo i suoi minuti come altre donne che conteggiano le calorie, questa donna è forzata a barcamenarsi tra convegni di lavoro, incontri sempre inerenti al suo lavoro, gl’impegni familiari marito, figli, suocera, madre, massaggi, appuntamenti dal dentista e mille altre mansioni. È una donna di oggi, combattuta tra l’ambizione di realizzarsi e la frustrazione dei certi sensi di colpa.

Che cosa pensi dopo che ti ho presentato la nostra amica Kate, che è lei la protagonista di questo libro ? No ti stai sbagliando contrariamente a quello che ci si potrebbe aspettare, non è il personaggio principale Kate (una gasata e sempre bellissima Sarah Jessica-Parker). Ma secondo me dopo che ho letto queste pagine, il protagonista è il tempo, ed l’invidia di chi circonda questa meravigliosa donna che non si abbatte mai.

Tutte le persone che la conoscono, infatti, si domandano come sia possibile Kate possa fare tutto e di conseguenza crepano d’invidia. Cioè: il collega rivale che vorrebbe vederla stesa a tappeto, la suocera, ma specialmente, le altre mamme  che non lavorano e si sentono molto ma molto migliori di tutte le altre …

Secondo te perché questa donna ce la fa? Quali sono i suoi segreti? Sono gli ingredienti del suo successo? Possiamo riuscirci anche noi?

Il segreto di un bravo saltimbanco (come si autodefinisce), dice Kate è il lancio, non la presa. Prima di tutto essere positivi, non abbattersi mai, andare alle riunioni come si riesce (nel suo caso, con i pidocchi e una patacca sul bavero della giacca…) e rimanere sicure di sé. Kate, poi, ammette che non potrebbe essere in vita senza svolgere un lavoro ma che – allo stesso tempo – ama tantissimo i figli e il marito e vuole, quindi, riuscire a fare tutto.

E’ verissimo Kate è eccezionale ma non è da sola: ha un bellissimo, e fantastico, marito che non solo la ama e la sorregge, ma, è calmo e buono, si occupa dei figli quando lei non può farlo, ed è fiero di lei.

Questo libro fa bene poiché combatte proprio tutti i pensieri che, in un momento o nell’altro, attaccano noi mamme, anzi, noi donne sconvolte. Questo romanzo fa bene perché ci dice di “non mollare” e ci aiuta a ricordare che, anche se è dura, ce la possiamo fare.

Ma come fa a far tutto? E’ un libro sfavillante e di grande modernità, dal ritmo trasportante, che mette in scena un repertorio divertente e intelligente di quelle tipiche circostanze in cui molte lettrici non sgobberanno nel riconoscersi.

Vuoi sapere Kate il suo finale……compralo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *