Sessualità

Facebook e il sesso: partono le prime denunce per truffe a sfondo sessuale

Ancora una volta, in un mondo sempre più proiettato verso la sessualità e tutte le sue forme, nasce un nuovo modo per truffare i giovani ragazzi adescati in rete: l’estorsione sui social network.

Un gioco pericoloso 

L’episodio che ha fatto scatenare le domande su quanto sia poco sicuro il mondo del web e dei social network in generale, riguarda l’imbarazzante e pericolosa storia accaduta ad un ragazzo italiano poco tempo fa. Il giovane, come spesso accade online, ha conosciuto un’avvenente ragazza bionda russa ed ha iniziato a ridere e scherzare con la ragazza, che non ha esitato a trasformare le conversazioni in chiacchierate sempre più intime fino a vere e proprie videochiamate erotiche. Una storia comune a moltissimi giovani che cercano nuovi metodi per fare amicizia e  per rendere più piccanti le sere trascorse davanti ad un pc.

Attenzione alle truffe

Purtroppo non sempre le donne, seppur dall’etereo fascino biondo, sono degli angeli. In questo caso la ragazza russa, adescando prima il ragazzo con messaggini osé e spogliandosi poi in cam, ha richiesto in cambio lo stesso trattamento dal povero malcapitato, ignaro che tutto fosse sapientemente registrato. La morale della favola? L’angelo biondo, dopo aver fatto spogliare il ragazzo, è passata alle minacce: “o paghi 500 euro o mando il tuo video a tutti i tuoi amici su facebook”. Truffa, raggiro ed estorsione in pochi minuti: da gioco divertente, la serata di questo ragazzo si è trasformata in un vero incubo.

L’adescamento sul web è sempre più frequente

Per uomini o donne, il discorso non cambia. I truffatori sono sempre dietro l’angolo e, quando si tratta di donne, utilizzare il sesso per adescare i maschietti soli diventa un gioco a ragazzi. Attenzione dunque alle vostre frequentazioni online: se molto spesso si pensa che flirtare sia un gioco simpatico per trascorrere una serata divertente, è bene ricordare che tutti i nostri movimenti su internet possono essere controllati. Chat, video chat e messaggi, infatti, possono essere tranquillamente registrati dal nostro interlocutore che può, poi, utilizzare le conversazioni a suo piacimento.

La sicurezza è fondamentale

Proteggersi dai truffatori è la prima regola per navigare su internet senza preoccupazioni. E’ proprio il caso di dire che nemmeno in casa si può stare tranquilli: il web, come una piazza virtuale, ci proietta su un vero e proprio mondo parallelo dove, tra amici, conoscenti e sconosciuti, dobbiamo proteggere non solo la nostra privacy ma anche la nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.