Il gioco della seduzione ai tempi di internet. Imparare a conquistare una donna in pochi click.

“Gli uomini sono tutti uguali!”, “Non ci sanno proprio fare!”:quante volte abbiamo sentito dire e pronunciato frasi come queste, magari, mosse dalla rabbia e dalla delusione, utilizzando anche espressioni più colorite? Meglio non contarle! Quello della difficoltà dell’interazione tra i due sessi è un tema sempre attuale: le stesse frasi le hanno pronunciate le nostre nonne prima di noi e le pronunceranno anche le nostre bisnipoti, così come l’intero universo maschile dalla notte dei tempi alle prossime ere geologiche ha espresso e continuerà ad esprimere esternazioni poco felici sul conto delle donne e su come sia difficile averci a che fare.

Seduzione

I luoghi comuni, si sa, nascondono sempre un fondo di verità eppure c’è chi si prodiga per ridurre il più possibile le distanze tra uomini e donne. Avete presente il film “Hitch, lui si che capisce le donne”? Il protagonista, interpretato da Will Smith, lavorava come consulente di seduzione, insegnava, cioè, ai suoi clienti come conquistare le donne.

Qualcosa di simile, ma non troppo, accade anche nel mondo reale anche se, molto spesso, attraverso la realtà virtuale. Sono infatti disponibili online tantissimi blog e siti di seduzione, come, ad esempio in attraction , dove è possibile apprendere tutti i segreti del gioco della seduzione e imparare come approcciarsi ad una donna offrendo, in alcuni casi, anche un servizio individuale di consulenza, online o anche dal vivo, per intervenire in maniera più mirate sulle difficoltà soggettive caso per caso.

Di queste iniziative possiamo essere entusiaste o denigrarle, di su curo è apprezzabile lo sforzo di chi cerca di superare i propri limiti e avvicinarsi al mondo femminile. Contrariamente a quanto potremmo pensare, il suggerimento fondamentale che viene più volte ripetuto all’interno di questi blog di seduzione è proprio quello di essere se stesse, o meglio, di imparare ad essere se stessi abbandonando quindi tutti i comportamenti e gli atteggiamenti artificiosi da Don Giovanni incalliti così come quelli da perdenti.

Chi tiene questi corsi sa bene che noi donne abbiamo un fiuto infallibile che ci consente, generalmente piuttosto facilmente, di capire subito se un uomo sta facendo lo “splendido” o se ricorre ad atteggiamenti artefatti col solo scopo di suscitare il nostro interesse nei nostri confronti andando così irrimediabilmente incontro al fallimento. Ecco perché prima di assimilare qualunque tecnica è importare fare un lavoro di destrutturazione dei comportamenti e delle modalità di approccio sbagliati e controproducenti.

In cosa consistono allora questi corsi e quali insegnamenti trasmettono? Generalmente si tratta di dritte e consigli pratici su come rompere il ghiaccio, su quali argomenti utilizzare per fare conversazione ed entrare in relazione con una donna, imparare a riconoscere i segnali di interesse senza rischiare di fraintendere e capire in quali circostanze e in quale momento è possibile passare dalle parole ai fatti. A tutto questo poi possono aggiungersi consigli di moda- ad esempio imparare  a scegliere l’outfit adeguato ad ogni situazione, quali abiti indossare per valorizzare il proprio aspetto fisico o per che tipo di taglio di capelli e di barba optare a seconda dei propri tratti somatici e le mode del momento- o anche quali ambienti frequentare per incontrare più facilmente donne.

Nulla di male tutto sommato, anzi noi donne dovremmo augurarci che questi consigli vengano saggiamente messi in pratica e, magari, premiare lo sforzo di questi maschietti volenterosi.