Sara-TommasiSara Tommasi, la nota soubrette italiana, sta facendo scalpore nell’ultimo periodo in Italia a causa di scelte non proprio sagge o per pettegolezzi e rumors che stanno distruggendo il patinato mondo dei vip nostrani. Prima di chiederci se sia giusto o meno sponsorizzare il suo ultimo film porno inviandolo direttamente al Papa, di riaprire storie vecchie e sepolte come quella con il calciatore Bobo Vieri o come quella con Balotelli, il fenomeno calcistico in maglia rosso nera, dobbiamo capire perché una donna così possa comportarsi in questo modo.

La voglia di protagonismo, infatti, pare sicuramente non mancare in casa Tommasi e l’idea di  far scalpore piace alla giovane bellezza italiana più di qualsiasi altra cosa. A differenza di molte altre colleghe, la Tommasi non ha peli sulla lingua e dice cose dure, a volte quasi vendicative, contro persone che, pur avendo frequentato, non fanno più parte della sua vita.

Risultato? Sicuramente positivo perché il successo non arriva da solo, ma arriva con la popolarità e con una gran dose di faccia tosta che di certo non mancano alla showgirl. Peccato che dopo i calciatori, nel mirino siano finite anche colleghe di Sara, come Flavia Vento, o cantanti e conduttrici dal calibro di Emma e di Maria De Filippi che sono state accusate di aver falsato l’edizione passata di amici solo per far diventare Emma una stella della musica italiana. In nome, questa volta, di un amore che pare (dalla bocca della Tommasi) sia sbocciato proprio negli studi tra Maria De Filippi e l’alunna della trasmissione.

Cosa sia vero e cosa no, non potremo mai saperlo ma quel che sconvolge, che fa sorridere ma a tratti anche piangere, è che in una situazione del genere, con tanti ragazzi più e meno giovani della Tommasi che cercano lavoro, queste parole possono portare ad una chiara polemica sociale. Il successo, almeno per i giovani, non si raggiungeva con il duro lavoro e con anni di studio alle spalle? L’epoca dei reality show e di tutto quello che include, ha messo a nudo persone “normali” e ha iniziato a sconvolgere la nostra vita.

Un film, anche se vietato ai minori, può essere sponsorizzato. Ci mancherebbe altro. Ma fare guerra a colleghi, amici e ex fidanzati rischia di diventare un terreno minato in cui, prima o poi, qualcuno può cadere e farsi male.