Quando si pensa al Salento, molto probabilmente, si pensa a una meta per lo più adatta ai giovani, ma non è così perché questa zona offre possibilità per tutte le tipologie di turista, dal più piccolo al più grande. Il Salento può essere la meta ideale anche se si è in viaggio con i propri figli piccoli. In questo caso, infatti, basta prendere qualche piccolo accorgimento e il gioco è fatto.

Ci rivogliamo soprattutto alle mamme….Dove andare, dunque, quando si hanno dei bambini piccoli e si vuole fare una vacanza in Salento?

Ecco una lista di piccoli suggerimenti, da cogliere al volo per organizzare la vacanza perfeta per tutta la famiglia. Il primo consiglio che si può dare a chi viaggia con la famiglia al seguito, è quello di scegliere l’alloggio idoneo: questo significa, quindi, che sarà necessario scegliere o una struttura attrezzata ad accogliere anche i più piccoli o, ancora meglio, un appartamento, magari al mare o nel cuore della bellissima Lecce, grande e accogliente, in grado di assicurare tutti gli spazi necessari. Per chi è interessato all’affitto di un appartamento in Salento, le soluzioni sono diverse: si può cercare sui vari siti online per trovare la soluzione più conveniente e idonea alle proprie esigenze, o ci si può rivolgere a delle agenzie che si trovano in loco in modo tale da avere a portata di mano diverse soluzioni per l’affitto.

lecce (2)

L’altra domanda che ci si pone riguarda, invece, il dove andare con i bambini in Salento. Come è ben noto, la penisola salentina ha due versanti, ossia quello adriatico e quello jonico. Quando si è in vacanza con i più piccoli è preferibile optare per le lunghe distese di spiaggia bianca o dorata, che si trovano per lo più sul versante jonico del Salento, sebbene ce ne siano di bellissime anche sull’Adriatico. Mete come Porto Cesareo o, ancora, Torre Lapillo o le marine di Nardò sono la meta ideale per chi viaggia con i più piccoli, perché caratterizzate da spiagge ampie e acque basse e limpide. Qui, inoltre, si trovano tantissimi lidi e strutture attrezzate che pensano anche al divertimento dei più piccoli oltre, naturalmente, al relax dei più grandi. Per prenotare un appartamento online sul versante di Porto Cesareo si consiglia il sito www.caladelsalento.it

Un altro tratto costiero ideale per una vacanza per bambini è quello di Torre dell’Orso, sul litorale adriatico. Torre dell’Orso offre un bellissimo tratto di spiaggia e un fondale molto basso in riva, sicuro per i più piccoli. Inoltre, la marina di Melendugno è tra le spiagge che ormai da diversi anni vengono insignite con la Bandiera Blu proprio per la qualità dei servizi. Proprio a Torre dell’Orso si sgenala il Villaggio turistico The Village Salento (www.thevillagesalento.com), una  location ideale per famiglie con bambini di ogni età grazie alla frizzante formula club.

Ma, come è ben noto, il Salento è molto di più di sole e mare. Per chi, ad esempio, vuole visitarlo in una stagione che non sia l’estate, che rimane la migliora, consigliamo di pensare a degli itinerari con bambini e una delle tappe deve essere senza dubbio la bella Lecce. Cosa fare a Lecce quando si è in compagnia dei più piccoli? Tantissime cose, perché qui si impara, si entra in contatto con la storia e la cultura, si mangia e ci si diverte: tutte cose che sono molto utili per tutta la famiglia. Inoltre, è molto divertente visitare le botteghe dei maestri cartapestai, che si trovano nel centro della città, e che affascinano i bambini che verranno letteralmente rapiti dai racconti e dalle creazioni. Alcune botteghe, o associazioni, organizzano anche dei laboratori pensati proprio per i più piccoli, per insegnare loro l’antica arte della lavorazione della cartapesta. Lo stesso discorso vale per la lavorazione della pietra leccese, che è una delle attività maggiori della città e che attrae i più piccoli che restano affascinati dal processo creativo. Le bellezze della città, le porte, le chiese, le piazze, i vicoli del centro storico così ricchi di storia, di profumi e di colori, sono altri aspetti che i più piccoli apprezzano, perché per loro è come perdersi in un mondo nuovo e magico.

Percorsi del genere, alla scoperta di arte e tradizioni, si possono fare anche altrove. Una belle idea, ad esempio, è quella di visitare i castelli del Salento, facendo scoprire ai più piccoli gli aneddoti ad essi legati, o anche le torri costiere. Per quel che concerne, poi, i percorsi naturalistici, si possono organizzare delle visite guidate in bicicletta, dato che questa è un’attività che interessa e che stimola i bambini. Ci sono diverse possibilità per poterle fare, in diversi luoghi del Salento: basta rivolgersi alle associazioni che le organizzano (è sufficiente chiedere presso gli info point presenti nelle principale mete turistiche) e scegliere l’itinerario preferito e più idoneo alle esigenze della famiglia. Non mancano, poi, le possibilità di visite guidate in parchi e oasi protette come, ad esempio, quella delle Cesine, dove si può venire in contatto con la natura, si possono osservare specie animali o vegetazione rara e così via. Tutto questo ha un carattere educativo e questa è una cosa molto importante, anche in vacanza, ma permette allo stesso tempo di tenere i bambini interessati e stimolati.

Per il divertimento dei più piccoli, invece, si può andare nei vari parchi che ci sono, come il parco acquatico di Gallipoli che, durante l’estate, diventa la meta del divertimento di grandi e piccini con le sue molte attrazioni e la possibilità di far divertire tutti.

Come si può notare, il Salento è una meta per qualsiasi tipologia di turista e chiunque ha la sua possibilità di divertirsi e staccare la spina. Sole, mare, divertimento, relax, arte, cultura: queste sono le parole chiave che rendono questa parte di Puglia una zona che merita di essere visitata in lungo e in largo e apprezzata come si deve. Questo discorso è valido per ogni età, dato che il Salento è pronto ad accogliere i turisti più piccoli offrendo loro le stesse identiche possibilità che offre ai turisti più grandi, che sono alla ricerca del divertimento e del benessere.

Foto realizzata da Emanuela Rizzo per nelsalento.com