Ciao a tutte, sono certa che siete in gran confusione per la scelta del menù per il pranzo di Natale.

Vorreste fare bella figura senza possibilmente chiedere un mutuo in banca!

Ho spulciato un po’ nei vecchi quaderni di ricette di famiglia, e qualcosa ho trovato.

Idee semplici ed economiche da arricchire con un po’ di estro e fantasia.

L’Aperitivo

Ingredienti:

  • Una bottiglia di Spumante
  • 1 bottiglietta (per quante sono le persone presenti) di aperitivo analcolico rosso.
  • 1 bottiglietta (per quante sono le persone presenti) di aperitivo analcolico giallo.
  • 1 vaschetta di fragole congelate.
  • 1 confezione di frutti di bosco congelati da 250 grammi.
  • Il succo di 2 arance fresche.
  • Il succo di un limone.
  • Zucchero di canna.

Con ½ bottiglia di spumante, preparate in anticipo tanti cubetti ghiacciati; in una ciotola capiente versate gli aperitivi analcolici, lo spumante rimasto, le fragole che avrete frullato e la confezione di frutti di bosco interi, il succo delle arance e i cubetti di spumante, mescolate bene e versate in brocche di vetro da mettere a tavola insieme agi antipasti.

Preparate i bicchieri: intingete il bordo nel succo del limone e poi passateli nello zucchero di canna, mettete in tavola e ognuno si servirà da se.

 

Per gli antipasti: non facciamoci mancare le tradizionali tartine di pan carré, spalmate di burro, maionese, formaggi teneri e poi conditi con affettati vari, olive e scagliette di parmigiano.

Questi riempiono la tavola e fanno scena, mentre per qualcosa di un po’ più elaborato ecco la ricetta.

Antipasti

Ingredienti:

  • Una confezione di mascarpone da 250 grammi.
  • 2 cucchiai di panna liquida.
  • 2 cucchiai di vodka al limone.
  • Pepe rosa e verde in grani.
  • Erba cipollina fresca.
  • Pane di segale già affettato (reperibile in qualsiasi supermercato).
  • Salmone affumicato.

In una ciotola di vetro amalgamate il mascarpone, la panna e la vodka, aggiustate di sale e se gradite colorate con un po’ di curry.

Spalmate sulle fette di pane di segale intere il mascarpone lavorato, poi tagliate in senso verticale e orizzontale, ricaverete 4 tartine di misure diverse, su ognuna mettete un po’ di salmone a pezzetti, qualche grano di pepe rosa e disponete su un piatto da portata.

Abbellite con i grani di pepe verde e i fili di erba cipollina.

Chiaramente sulla tavola non devono mancare, olive, salatini, crostini di pane aromatico e patatine.

 

I Primi

Consiglio sempre 2 primi e un secondo, molto più semplice, sia da gustare che da preparare.

In questo caso prepareremo due primi piatti che possono essere serviti nello stesso piatto.

Un risotto ai funghi porcini e delle tagliatelle all’uovo con sugo di noci.

Ingredienti per 4 persone per il risotto:

  • 250 grammi di riso “Vialone nano”
  • 3 etti di funghi porcini (anche congelati vanno bene).
  • 1 cipolla.
  • Olio.
  • 2 etti di burro.
  • Vino bianco.
  • 1 litro circa di brodo vegetale.
  • Sale.
  • Pepe bianco.
  • 1 etto di grana grattugiato.
  • Prezzemolo fresco tritato fino.

In un tegame antiaderente fate rosolare con olio e metà del burro a disposizione la cipolla e i funghi, appena la cipolla è imbiondita versate il riso e mescolate a fuoco vivace fino a quando inizia a tostare; annaffiate con un bicchiere di vino bianco e appena sarà sfumato incominciate ad aggiungere il brodo bollente, un mestolo alla volta, mescolate di continuo fino a metà cottura, a questo punto aggiungete il restante burro, il grana e una spolverata di pepe bianco.

Spegnete il fuoco e tenete da parte sia il brodo sia il risotto, ci tornerete dopo aver preparato le tagliatelle.

Ingredienti per 4 persone per le tagliatelle al sugo di noci:

L’ideale sarebbe fare le tagliatelle in casa, suppongo che non ne abbiate il tempo, quindi sorvoliamo…(se avete il tempo e la voglia, arrangiatevi,  vi fornisco solo la dose, 1 uovo per ogni etto di farina di grano duro)

  • 500 grammi di tagliatelle.
  • 300 grammi di noci sgusciate.
  • 100 grammi di pinoli.
  • 1 confezione da 250 grammi di formaggio spalmabile (Philadelphia).
  • 50 grammi di panna liquida.
  • 100grammi di parmigiano grattugiato.
  • Olio (4 cucchiai colmi).
  • Sale.

Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore o mixer e fate frullare alla massima velocità fino a quando il composto non diventa cremoso; resterà abbastanza denso, non preoccupatevi, lasciatelo lì a riposare, poi lo allungherete leggermente con l’acqua di cottura delle tagliatelle.

Fate cuocere le tagliatelle in abbondante acqua, ricordate che hanno tempi di cottura minimi, 4/5 minuti al massimo o diventeranno collose.

A metà cottura prelevate mezzo mestolo di acqua e fate finire di frullare il condimento.

Mentre bolle l’acqua per le tagliatelle, rimettete sul fuoco il risotto, incorporate un altro mestolo di brodo e completate la cottura mentre le tagliatelle sono in pentola.

Niente panico, adesso dovete gestire i due primi contemporaneamente, ma se rispettate i tempi, sarà semplicissimo.

Se tutto è andato come previsto, il risotto è pronto, spegnete il fuoco e lasciate riposare, intanto scolate le tagliatelle, rimettetele in pentola e versate il sugo di noci.

Bene, ora ponete un mestolo di risotto in un angolo del piatto e un po’ di tagliatelle nello spazio rimasto, spolverate il tutto con prezzemolo tritato e di corsa in tavola!

Che figurone…

Adesso pensiamo al secondo. Vi propongo un’arista di maiale che potrete preparare il giorno prima.

Ingredienti per 6 persone

  • Un’arista di 800 grammi circa.
  • Olio.
  • Sale.
  • Vino bianco.
  • Farina di grano duro.
  • Dado vegetale.
  • Mix di aromi tritati finemente.
  • Aglio.

Preparare l’arista è semplicissimo, per una buona riuscita della ricetta basta osservare alcuni piccoli accorgimenti: dite al vostro macellaio di fiducia di praticare 8 piccoli tagli nella carne prima di infilarla nella rete.

In quelle fessure mettete mezzo spicchio d’aglio che avrete passato nel mix di aromi, passatela nella farina in modo che diventi tutta bianca.

In un tegame basso fate sfrigolare con l’olio 2 spicchi di aglio e il dado in polvere, a questo punto adagiate la carne e fatela rosolare dolcemente, da tutti i lati per almeno 30 minuti, spegnete il fuoco e preparate un altro tegame alto con olio pulito e mix di aromi, appena incomincia a scaldarsi traslocate l’arista da un tegame all’altro.

Aggiungete del dado in polvere e 1 bicchiere di vino bianco o se ne avete a disposizione dello spumante. Adesso lasciate cuocere per 40 minuti circa rigirando spesso, se vi accorgete che il sughetto addensa troppo unite mezzo mestolo d’acqua calda in corso di cottura.

Trascorsi i 40 minuti spegnete il fuoco e lasciate tutto nel tegame; l’indomani basterà riprendere la cottura per 10 minuti e il vostro secondo sarà perfettamente cotto al punto giusto.

Vi consiglio come contorno, delle verdure miste stufate con aceto balsamico al miele.

Ingredienti 6 persone per il contorno

  • 1 e ½  di verdure miste, bietole dolci, cicoria e cime di rapa.
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro.
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 4 cucchiai di aceto balsamico al miele.
  • Olio.
  • 2 bustine di pinoli.

Lavate e tagliate a pezzi le verdure lasciandole in acqua, intanto in un tegame basso fate sfrigolare in abbondante olio, l’aglio, i pinoli e il concentrato di pomodoro, levate l’aglio non appena sarà dorato e raccogliete le verdure senza strizzarle troppo, devono mantenere un po’ d’acqua, mettetele nel tegame, coprite con un coperchio e lasciatele cuocere a fuoco lento fino a quando si saranno ammorbidite.

A questo punto, aggiustate di sale e mescolate bene fino a quando tutta la verdura diventa rosa;

Dopo 30 minuti circa incorporate i 4 cucchiai di aceto balsamico e lasciate insaporire a pentola scoperta per 10 minuti circa; spegnete il fuoco e il saporitissimo contorno è pronto.

Con questo pasto, dai primi al secondo è consigliato un unico vino, bianco e non molto secco, scegliete un gusto morbido con note fruttate.

In alternativa un Rosé leggermente frizzante potrebbe mettere tutti d’accordo, soprattutto gli estimatori del rosso, che in questo caso non va assolutamente bene.

Per rinfrescare il palato durante i pasti delle festività, un buon sorbetto di limone prima di passare al dolce è sicuramente gradito.

Semplice da preparare e soprattutto genuino, richiede poco tempo se avete la gelatiera, in caso contrario si può fare anche qualche giorno prima.

Sorbetto di Limone: 

Ingredienti per 6 persone

  • 300 grammi di acqua;
  • 350 grammi di zucchero;
  • 300 grammi di succo di limone biologico;
  • Sciroppo di menta;
  • Foglie di menta fresca;

Preparazione                                          

In un pentolino fate sciogliere lo zucchero nell’acqua fino a quando il liquido avrà raggiunto la densità di uno sciroppo, fate sobbollire lentamente.

Appena lo sciroppo sarà completamente freddo miscelatelo con il succo di limone e versatelo nella gelatiera, dopo 30 minuti circa è pronto.

Passatelo in congelatore almeno per un’ora e poi servite.

Servono delle coppe da dessert, al fondo versate un cucchiaio di sciroppo di menta, poi mettete 2/3 palline di sorbetto, irrorate con altro sciroppo e abbellite con le foglioline di menta.

Volendo rendere la ricetta ancora più originale, potete sostituire il limone con succo di pompelmo rosa e usare le mezze scorze come coppette per servire il sorbetto.

Naturalmente bisognerà fare molta attenzione quando si svuota il pompelmo e tenere le scorze in congelatore.

In alternativa allo sciroppo di menta potete usarne altri di vostro gusto.

Se per esempio scegliete lo sciroppo di arancia, guarnite con spicchi di mandarino;

Per lo sciroppo di more o ribes usate i corrispettivi frutti, e così via…

Nel caso non aveste la gelatiera, procedete così: la base è sempre la stessa, solo che il composto andrà versato in una ciotola di plastica pesante e posta in freezer, ogni due ore mescolate con il mixer a immersione.

Preparatelo al mattino e per sera sarà pronto, potete conservarlo in freezer anche parecchi giorni.