Il Metodo Billings

Il Metodo Billings si basa sulla rilevazione e valutazione del muco cervicale prodotto dal collo dell’utero.
Attraverso l’osservazione di questo muco è possibile capire se si è nel momento dell’ovulazione, infatti l’ultimo giorno della presenza di un muco liquido e filante è definito “giorno di massima fertilità”.

metodo billingsSi svolge così:

– Nei giorni successivi alla mestruazione la donna, in genere, non rileva nessuna perdita vaginale, si ha la sensazione che gli organi genitali esterni siano “asciutti”. In questi giorni la donna non è feconda.

– Nei giorni dell’ovulazione, può verificarsi la presenza di muco ed si ha la sensazione di lubrificazione della vulva e della vagina.

– Nei giorni precedenti e successivi all’ovulazione, il muco cervicale diventa più fluido, elastico e trasparente. In questi giorni la donna è nel periodo fecondo.

– Dopo l’ovulazione il muco torna ad essere denso, più opaco, bianco o giallino, appiccicoso e dal quarto giorno dopo la ricomparsa di questo tipo di muco, hanno nuovamente inizio i giorni non fecondi.

L’ovulazione, quindi, in media avviene intorno al 14° giorno del ciclo (in un ciclo di 28 giorni).

Il Metodo Billings è un valido aiuto anche alle coppie che hanno difficoltà ad ottenere il concepimento ed è utilizzato con efficacia in ogni periodo della vita fertile della donna, compresi l’allattamento al seno e la premenopausa.